Le trappole della rete

You may also like...

4 Responses

  1. Daniel scrive:

    Complimenti Elisa per la qualità del tuo articolo: direi praticamente perfetto. Inutile dire poi che sono completamente d’accordo con le tue argomentazioni. Internet è un luogo virtuale fisicamente ma reale nei contenuti. Qui vi si trova la VERA informazione. Per uno che frequenta i blog di informazione non rappresentano certo una novità la “gelatina” della protezione civile, la trattativa tra stato e mafia o i suoi rapporti con Berlusconi.
    I tentivi di creare la paura nei confronti di internet, per poter poi promulgare leggi censorie, derivono dal fatto che la politica dei palazzi ne sta comprendendo la pericolosità. Il vento sta cambiando, le sponsorizzazioni pubblicitarie stanno migrando dalle TV a internet, sempre più gente smetterà di vedere i TG e si informerà solamente on line. Per loro questo rappresenta la fine. Per noi spero un nuovo inizio.

  2. Daniel scrive:

    A proposito del dibattito nato in questi giorni attorno ad internet, su cosa è giusto pubblicare, eventualmente cosa no, ecc., suggerisco questo articolo che mi trova completamente d’accordo.

    http://www.beppegrillo.it/2010/02/bullismo_senza_privacy.html

  3. Daniel scrive:

    In questi giorni sono due le notizie importanti al riguardo. Negli Stati uniti le news lette on line hanno superato quelle lette sui giornali. Visto che il mondo fa verso il digitale, noi facciamo la legge Romani. Quando è in gioco la loro posizione, i nostri politici hanno la vista lunga…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>