Il momento più intenso della manifestazione di questa mattina, per i festeggiamenti del 150° dell’Unità d’Italia è stato quando tutti i presenti, bambini, adulti e autorità intervenute, hanno cantato l’Inno di Mameli sulle note dell’Orchestra dei ragazzi dell’Istituto “A. Manzoni” di Calolziocorte.

Bellissimo il colpo d’occhio sui bambini, tutti con un simbolo tricolore: la bandierina, la coccarda, il fiore di carta appuntato sul petto o tra i capelli.

Il salone dell’Oratorio, addobbato per l’occasione, era stracolmo e, sotto la volta di legno, le parole cantate da tutti insieme hanno fatto capire, più di ogni altra cosa, il vero valore dell’Unità di una Nazione: quello di essere “fratelli d’Italia”.

L’evento “Il francobollo dell’Unità d’Italia”, organizzato dalla Polisportiva di Monte Marenzo e dalla Sezione UILDM di Lecco, d’intesa con l’Amministrazione Comunale e le altre Associazioni del paese, è stato proposto per questa occasione celebrativa, perché, come ha detto il Presidente della Polisportiva, il Cav. Angelo Fontana “nessun’altra testimonianza avrebbe potuto meglio sintetizzare questa manifestazione.

Il francobollo ci è sembrato un buon veicolo di messaggi culturali storici e sociali per ricordare un momento significativo e importante per la storia del nostro Paese”.

Angelo ha portato il saluto pervenuto dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che “nell’impossibilità di accogliere il gradito invito alla cerimonia prevista per il 14 marzo, desidera rivolgere agli studenti, agli insegnanti e a tutti i partecipanti il suo sentito saluto augurale”.

E il francobollo, alla fine della manifestazione, è stato consegnato a tutti i bambini della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria, che lo hanno ritirato attraverso un loro rappresentante per ogni classe accompagnato da una insegnante.

Il lavoro che i ragazzi e i bambini hanno fatto nelle loro scuole e l’impegno delle Insegnanti e del personale della scuola è stato veramente straordinario. Così come è stata eccezionale la bravura e la preparazione dell’Orchestra della Scuola Secondaria di 1° grado ”A. Manzoni” dell’Istituto Comprensivo di Calolziocorte; una sessantina di elementi che hanno suonato l’Inno di Mameli e l’Inno alla Gioia, inno europeo, a ricordare che la nostra nazione fa parte di un Paese più grande: l’Europa.

Tra gli orchestrali c’era anche qualche ragazzo di Monte Marenzo. A dirigerli, il Prof. Mauro Tamoni, responsabile dell’Orchestra, e il Prof. Alessandro Piffaretti, insegnante di violino.

Il Prof. Massimo Tavola, nostro concittadino e Responsabile delle relazioni esterne per la Scuola “A. Manzoni” di Calolzio, è stato bravissimo a condurre la manifestazione, sottolineando con riferimenti puntuali alcuni momenti significativi della celebrazione.

Come, per esempio, ricordare che le note dell’Inno non sono di Mameli, ma del compositore Michele Novaro, che musicò “Il Canto degli Italiani” e per svelare che Goffredo Mameli scrisse il testo che conosciamo all’età di soli vent’anni, per poi morire due anni dopo.

Tutte le autorità presenti si sono complimentate per la compostezza e la partecipazione dei bambini e del lavoro delle Insegnanti.

Lo ha fatto il Sindaco, Gianni Cattaneo che, col suo breve discorso, ha sottolineato il valore della cittadinanza, rivolgendosi direttamente ai bambini presenti, perché a loro spetta il compito importantissimo di prendere in mano il futuro nostro e del nostro Paese.

Il Parroco, Don Giuseppe Turani, ha ricordato l’esempio dei ragazzi orfani del collegio dei “Martinitt” durante le cinque giornate di Milano, per dire che anche i ragazzi devono portare, insieme agli adulti, il loro contributo alle vicende del proprio Paese.

Il Prof. Nevio Lo Martire, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Calolziocorte, ha rimarcato il valore della cultura e della scuola che permettono ai ragazzi di essere cittadini consapevoli.

Gerolamo Fontana, Presidente della Sezione UILDM di Lecco, ha ringraziato i ragazzi che divengono ogni anno ambasciatori della Maratona Telethon e che, con il loro impegno, la ricerca scientifica italiana può vantare il primato di lottare per cercare di sconfiggere alcune malattie.

Il Tenente Colonnello Marco Riscaldati, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Lecco, non ha potuto intervenire personalmente, ma ha mandato il suo saluto; mentre era presente il Comandante Fabio Marra, della Stazione dei Carabinieri di Calolziocorte, in rappresentanza delle Forze dell’Ordine che hanno il compito di vigilare sulla nostra sicurezza.

Erano presenti anche alcuni rappresentanti delle Associazioni di Monte Marenzo che hanno ricevuto, insieme alle altre Autorità, un fiore di carta tricolore, realizzato dagli alunni e dalle Insegnanti della Scuola Primaria e una pergamena ricordo da parte dei bambini della Scuola dell’Infanzia.

L’ultimo intervento è stato quello del Prefetto di Lecco, Dott. Marco Valentini, che ha sottolineato il valore dei principi della nostra Costituzione e ha evidenziato come nella nostra Provincia siano numerosissime le manifestazioni in programma per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, alle quali gli è stato chiesto di presenziare, ma che, ha scelto di essere presente proprio qui, a Monte Marenzo visto il grande coinvolgimento dell’Amministrazione, delle Associazioni e delle Scuole.

Ricordiamo ai nostri lettori che questa iniziativa è la prima delle tre in programma in questa settimana per i festeggiamenti del 150° dell’Unità d’Italia.

Il prossimo appuntamento è la manifestazione ufficiale di giovedì 17 marzo alle ore 15 (vedi programma http://www.unpaeseperstarbene.it/wp-content/uploads/2011/03/150_Unita_Italia.pdf).

Nella galleria fotografica a destra del nostro sito, nelle immagini di Giorgio Toneatto, che ringraziamo, alcuni momenti della manifestazione di questa mattina.

2 Commenti

“Fratelli d’Italia”

  1. Per me , festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia è come festeggiare il compleanno di una nonna o un nonno. Bravi Ragazzi, sono molto orgoglioso di voi, che è come dire che sono molto orgoglioso di noi. Il 14 marzo 2011 all’oratorio tutti i bambini si sono comportati benissimo a partire dai bambini dell’infanzia a seguire quelli delle primarie e tutti i musicisti dell’orchestra della scuola A.Manzoni di Calolzio, alla cerimonia del francobollo celebrativo,il 17 marzo in piazza a Monte Marenzo ho visto tanti bambini con la divisa della Polisportiva, portare il tricolore dietro la banda musicale e tante associazioni. preseti.

  2. cerimonia bellissima ,bravissimi i ragazzi dell’orchestra e le insegnanti che hanno preparato i bambini, è stato tutto molto bello ed emozionante. GRAZIE W L’ITALIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.