Continua la nostra inchiesta sulle associazioni di Monte Marenzo nell’anno internazionale del volontariato.

Oggi è la volta dei volontari AUSER di Casa Corazza, una realtà che quest’anno conta ben 148 soci.

Vado al Centro Ricreativo, fuori, come sempre in questo periodo estivo, i tavolini sono occupati dai pensionati  che giocano a carte, bevendo un caffè, una bibita o gustando un gelato.

La maggior parte degli avventori sono soci.

Ho appuntamento con Carla Magni, la Presidente, che mi accoglie nella sala del bar insieme ad alcune volontarie che gestiscono il Centro.

 

Quanti siete a gestire la struttura e gli altri servizi che fate?

Tra le donne che ruotano a tenere aperto il bar, le persone che fanno le pulizie e le altre che guidano il mezzo per i servizi di assistenza, siamo 26.

Il bar è aperto dal martedì al sabato, una realtà quotidiana che ormai ha 24 anni di vita, dal luglio del 1997.

 

Che tipo di persone sono i volontari di casa Corazza, tutti pensionati?

Tanti lo sono ma non solo. Ci sono casalinghe o anche altre persone che veniva al Centro anche quando lavoravano in fabbrica nei turni liberi.

I nostri sono volontari nel vero senso della parola. Fanno la loro attività ed il loro lavoroin tutti i servizi in modo assolutamente gratuito. Pensa che paghiamo anche il caffè che consumiamo…

 

La struttura funziona solo come bar?

No, facciamo anche altre attività ricreative. Qualche spettacolo e poi c’è la tombola del martedì…

 

Già la tombola, un appuntamento fisso apprezzato da molti, anche da gente fuori paese.

Sì, è un modo per autofinanziarci ma i premi che diamo sono talmente ricchi che quasi nessuno rimane deluso.

 

Collaborate anche con altre realtà di Monte Marenzo.

Con MOSAICO, ad esempio, gli Alpini, l’Oratorio, il Gruppo Missionario, il Gruppo Mamme…

Cerchiamo di dare una mano per gestire lotterie o tombole finalizzate a scopi sociali, come quella fatta per “il Nespolo”.

 

Quale sono le altre attività nel campo sociale?

Abbiamo due adozioni a distanza, un bambino ucraino, Dzhantaiev Maksim Mrin  (di Nosivka),  con l’Associazione Les Cultures e un’altra bambina, Marielly Moreno Urrutia, colombiana, con l’AUSER di Lecco.

Poi abbiamo il mezzo di trasporto che viene impiegato per persone disabili o anziane o per chi ha bisogno, principalmente per ragioni sanitarie. Uno dei più attivi autisti è Giulio.

Non è facile gestire questo servizio. Bisogna programmare bene le uscite per non avere disguidi.

 

E’ un servizio a pagamento?

No per i privati che ne fanno richiesta. Chiediamo solo una sottoscrizione per il rimborso della benzina.

Il servizio integra anche, con una convenzione, il servizio trasporto disabili del Comune che, a volte, non riesce a coprire tutte le richieste.

Ci chiamano anche dall’AUSER di Lecco per qualche emergenza.

 

E poi ci sono le gite culturali e le vacanze organizzate nelle località termali.

Sì, l’anno scorso siamo stati a Torino. Poi abbiamo fatto una gita a Fontanella di Sotto il Monte.

Quest’anno siamo stati alle terme di Abano con visite culturali a Ferrara, Padova e Arquà Petrarca.

E stiamo cercando di organizzare per dicembre una gita ai mercatini della Val Camonica.

 

Ringrazio tutte le donne che mi hanno risposto insieme a Carla.

Mentre faccio due foto penso che i volontari e le volontarie di Casa Corazza sono veramente speciali.

Una realtà viva di Monte Marenzo, attenta ai bisogni delle persone anziane e con disagio. Volontari che riescono a coniugare la concretezza dell’agire quotidiano con il necessario ottimismo per affrontare la vita.

 

Nei due scatti qui sotto alcune volontarie e socie di Casa Corazza e, ai tavoli esterni, gli avventori che giocano a carte.

La photogallery a fianco, di Giorgio Toneatto, ritrae i soci nell’ultima vacanza ad Abano Terme, Ferrara, Padova ed Arquà Petrarca dell’agosto scorso http://www.unpaeseperstarbene.it/archivio-fotografico/?album=4&gallery=51

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.