La data del 21 aprile è sempre stata la mia data preferita perché giorno del mio compleanno alla quale, nel mio immaginario di bambina, dava “lustro” il NATALE DI ROMA, quando, secondo la leggenda, narrata anche da Varrone, Romolo avrebbe fondato la città di Roma il 21 aprile del 753 a.C. Da questa data in poi deriva la cronologia romana, definita infatti con la locuzione latina Ab Urbe condita, ovvero “dalla fondazione della Città”, che conta gli anni a partire da tale presunta fondazione.

Ieri, dunque, 21 aprile , abbiamo festeggiato il 25° di Fondazione del Gruppo AIDO di Monte Marenzo. La concomitanza delle date è stata naturalmente casuale, ma a me molto gradita e di buon auspicio.

Innanzitutto GRAZIE INFINITE all’amico Adriano Baracheti per le bellissime foto scattate per noi e che saranno per tutti un bellissimo ricordo di questa giornata.

Ringrazio anche il signor Jannella Luigi, Milani Giacomo e Angelo Fontana presenti alla festa che ci offriranno anche le loro foto a ricordo e che vedremo insieme.

E GRAZIE ad UPper, in particolare a Sergio, per la sollecitudine nella pubblicazione che va ogni volta oltre lo spirito di informazione, unendovi sempre l’umanità, senso di condivisione più profondo.

Un poco di pioggia non ha scoraggiato la banda G. Donizetti di Calolzio ad accompagnarci presso il cippo AIDO dedicato ai nostri aidini e donatori defunti, dove è stato deposto un omaggio floreale dagli alunni di 5a scuola primaria, coi quali condividiamo ogni anno il messaggio di SOLIDARIETA’ di AIDO e che abbiamo scelto anche per presentare l’offertorio nell’Eucarestia celebrata dal nostro Parroco don Giuseppe Turani, in concelebrazione con Don Renato Carminati.

L’omelia di don Giuseppe ci ha ricordato ancora una volta che l’Amore deve essere il centro dell’uomo, l’Amore che vuole pace e chiama pace. Gesù, con la sua morte in croce, è il simbolo più alto dell’AMORE che Dona la propria vita ai fratelli, a tutti indistintamente, anche a coloro che non lo amano. E ha proseguito sottolineando la nostra presenza associativa, promessa di donazione di noi stessi ai fratelli bisognosi di nuova vita. E’ stato per noi molto toccante, quasi avessimo sugellato anche davanti a Dio il rinnovo della promessa di ridonare a Lui, dopo la morte, la nostra vita da destinare ad altri fratelli.

Abbiamo meditato nel cuore questa promessa mentre ascoltavamo il suggestivo e commovente canto finale, AVE MARIA DI CACCINI, cantata dal soprano Martina Giovanzana accompagnata dal violino di Perucchini Giglio e all’organo da Riccardo Secomandi.

Penso che uscendo di Chiesa, ci siamo sentiti tutti più buoni e sereni.

Nel frattempo il sole era uscito a darci il benvenuto e festosamente con la banda in testa siamo scesi al Bar dell’Oratorio dove ci aspettava un ricco buffet e aperitivo per tutti, eravamo almeno 180 persone.

Siamo poi saliti per il pranzo nel salone dell’ Oratorio, dove 116 ospiti hanno preso posto continuando il clima festoso e accolti dal nostro saluto.

Durante il pranzo abbiamo destinato brevi intervalli alla consegna del ricordo della giornata al Presidente Regionale Leonida Pozzi che ha ricambiato con una preziosa targa artistica di Bergamo, a Felice Riva, Consigliere Nazionale che ci ha onorato della sua presenza, al Prof. Francesco Locatelli, che tra conferenze e inviti a livelli mondiali, trova tuttavia spazio anche per AIDO, al nostro Parroco Don Giusppe Turani, a Don Renato e ad Angela Gandofi, promotori della Fondazione del  Gruppo AIDO a Monte Marenzo, al Sindaco di Monte Marenzo, Angelo Cattaneo, ricordando la sua costante presenza al servizio dei cittadini e sollecitando i presenti, in particolare i nostri iscritti, a partecipare alla cerimonia del 25 aprile, sia in chiesa che in piazza, per accompagnare dignitosamente la cerimonia, molto spessa deserta.

Bella è stata la presenza dei trapiantati di rene  Brizzi Lydia e Betty Bono con la mamma Giovanna, e del presidente regionale Pozzi Leonida trapiantato di fegato. Toccante la testimonianza di Maria Burini che da 12 anni vive con un cuore nuovo e di  Mimmo Cortese trapiantato di cuore da due anni che ha confidato al pubblico attento che ogni notte si sveglia e tocca il suo petto dove batte il cuore del donatore e pensa a lui.

Una cornice ricordo è stata a donata anche a Giacomo, Giorgio e Roberto Milani, figli della nostra prima Donatrice Dosolina Ravasio, come pure a Pina Bonanomi e Famiglia a ricordo della zia Savina Bonanomi donatrice di cornee.

Anche Francesco Palezzato e Sara Bellinetto, i due donatori più giovani sono stati ricordati ed applauditi.

Un riconoscimento è stato dato alla signora Maria Boriani di Calolzio, amica e sostenitrice AIDO.

Infine, ultimo ma non l’ultimo, il riconoscimento alla giovane Marina Barindelli di 15 anni, dell’Istituto Grafico di Lecco, vincitrice del concorso che avevamo affidato alla sua classe per il logo del nostro 25° di Fondazione.

Una pergamena ricordo è stata donata a tutte le associazioni di Monte Marenzo, ai 29 gruppi AIDO presenti, ai Marinai di Calolzio, alla sezione Alpini di Monte Marenzo ed ai Volontari del soccorso di Calolzio, tutti presenti con i loro labari e gagliardetti primo fra tutti il Gonfalone del nostro Comune.

Nel salone ha trovato spazio anche la mostra fotografica dei 25 anni di AIDO, le cui foto sono state  viste con sorpresa e piacere dai presenti che si ritrovavano specialmente nelle foto più datate.

Ringrazio a questo proposito per l’allestimento della Mostra i signori Pagnin Luciana ed Angelo Bonanomi coi quali ho condiviso un lungo lavoro di preparazione.

 

Prima del taglio di due bellissime torte e del brindisi finale sono stati estratti gratuitamente 27 premi DONATI da negozi, associazioni e privati di Monte Marenzo per allietare la Festa.

Bella la foto finale con tutto il Gruppo dei 15 volontari Oratorio, dal capo cuoco Previtali Pier Anselmo a tutti gli altri aiutanti, donne e uomini, che non nomino volutamente per non dimenticare nessuno e che hanno preparato un ottimo pranzo con molta professionalità.

Grazie anche alle due ragazze “baby sitter” che hanno intrattenuto e condiviso il pranzo con 14 bambini in una saletta preparata a parte per loro.

Non ci siamo dunque fatti mancare nulla, neppure gli omaggi floreali e doni di compleanno da parte di amici e Direttivo alla Presidente Marina Mazzola che ringrazia vivamente e con tutto il cuore per la bellissima partecipazione e condivisione di tutti, COME IN UNA VERA E GRANDE FAMIGLIA.

Marina Mazzola

Presidente Gruppo AIDO di Monte Marenzo

(le foto della giornata a questo link: http://www.unpaeseperstarbene.it/2013/25%C2%B0-fondazione-aido-il-fotoracconto-di-adriano-barachetti/ )

Categorie: Aido Associazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.