Una splendida giornata. Non solo dal punto di vista meteo (finalmente il sole). La 25^ Camminata “Donare per vivere” AIDO-Polisportiva di Monte Marenzo verrà ricordata così: una splendida giornata di festa, di colori, di fatica ma anche di gioia.

E’ cominciata di mattino presto per i volontari dell’AIDO, a predisporre i tavoli di iscrizione per la partenza (davanti al Campo sportivo) e i tavoli con i premi all’arrivo (in Oratorio).

Poi le iscrizioni con la partecipazione appassionata dei “capigruppo” che cercavano di iscrivere il maggior numero dei partecipanti al proprio Gruppo (alla fine quello più numeroso sarà quello della Donatrice di Monte Marenzo Dosolina Ravasio, con 114 iscritti e l’assegnazione del trofeo Filippo Colombo).

La Presidente della Sezione AIDO di Monte Marenzo, Marina Mazzola, la trovavi ovunque, instancabile, punto di riferimento di tutti i volontari che hanno svolto egregiamente il loro compito, alla partenza, sul percorso, alle soste e all’arrivo.

A garantire la salute e la sicurezza i Volontari del Soccorso di Calolzio che per fortuna non devono intervenire (tutti sani alla Camminata AIDO!). Andranno però alla fine a ritirare il Premio per il secondo Gruppo più numeroso, e lo faranno con commozione ricordando un loro giovane compagno Andrea de Franco, scomparso da poco.

Un’altra volontaria del Soccorso, Lucia Chiappa, dopo la partenza, vede sull’asfalto una catenina, probabilmente persa da una partecipante. La raccoglie e la consegna all’arrivo ai volontari AIDO, anche questo un bel gesto da segnalare (Chi avesse perduto la catenina può rivolgersi alla Presidente Marina Mazzola).

Alla partenza ci sono anch’io, con la scatola arancione per i fondi Pro-Levata, aiutato da altri volontari AIDO e da Marina al microfono per ricordare la raccolta fondi (qui trovate l’articolo con la cifra raccolta http://www.unpaeseperstarbene.it/2013/camminata-aido-in-solidarieta-alla-levata/ ).

Ma ormai sono le 9.00 il piazzale è pieno di partecipanti. Gli iscritti sono 487 tutti (o quasi) dietro al nastro di partenza.

Pronti… partenza…. VIA!

Neanche i tempo per smontare i tavolini alla partenza e portarli alla Chiesa e dopo 28 minuti (e dopo 7 km) arriva il primo classificato, Oscar Perego di Calolzio, seguito da Valentino Carenini (31 minuti) e da Maurizio Bolis, mentre la prima donna all’arrivo è Maria Cristina Ghislanzoni.

A parte questi super atleti, e quelli arrivati immediatamente dopo, il resto della compagnia se la prende più comoda ed ha anche modo di passeggiare per  Monte Marenzo e godere del panorama.

Adriano Barachetti va alla strettoia di via Colleoni per fotografare i concorrenti che passano e sorridono al fotografo.

Arrivano tutti. E tutti hanno diritto ad un premio di consolazione (oltre al gradito tè).

E nell’attesa delle premiazioni c’è il tempo per sfogliare gli “album dei ricordi” delle 24 edizioni passate della Camminata.

Marina Mazzola ci dice: “I 10 albums storici che ho portato in visione sono stati molto apprezzati tanto che hanno voluto acquistare le loro foto una settantina di persone, tutte contente di rivedere loro e i lo bimbi quando erano piccoli ecc…. Ci vuole poco a volte accontentare le persone…, tuttavia riconosco che un archivio di 25 anni di una associazione può diventare prezioso per la comunità…”

Infine, sotto la tensostruttura dell’Oratorio, ci sono i tantissimi premi. E’ ormai una tradizione. Ci sono premi per le svariate categorie (l’elenco completo è qui 25 a camminata 2-6-2013 ELENCO RICONOSCIMENTI e VINCITORI), con i trofei, le targhe e le coppe donate da varie Associazioni, Enti, Privati o semplici cittadini. Gli applausi sono per tutti. I premiati sorridono ai fotografi. Si ringrazia tutti e si estraggono anche molti premi (graditissimi) con il numero di partecipazione (i numeri  estratti non consegnati sono N. 120 quadro e N. 237 padella speciale da cucina)

Devo citare però 3 premi “speciali” nella giornata di ieri.

La prima donna di Monte Marenzo è Elisa Liberti, una ragazza “sfollata” della Levata che si commuove (e ci fa commuovere) quando ritira il suo trofeo.

E qualche lacrima scappa anche per il 3° gruppo più numeroso, quello della Levata, che anche quest’anno, nonostante le difficoltà, hanno voluto partecipare alla corsa che li ha visti per 25 anni protagonisti.

Infine il Trofeo speciale 25°, destinato a chi ha partecipato al maggior numero Camminate AIDO. Fatti i conti (n. 23 partecipazioni), il premio è andato a Daniela e Lino Ravasio, che hanno sempre svolto il compito di “scopa” della Camminata, gli ultimi ad arrivare, a seguire pazientemente i ritardatari e a segnalare, con il loro arrivo, che la corsa è terminata, non c’è più nessuno da attendere.

2 Commenti

25^ Camminata AIDO. Il fotoracconto di Adriano Barachetti, i premiati e la cronaca di una splendida giornata

  1. SERGIO ed ADRIANO, una coppia perfetta per farci conoscere meglio tutti gli avvenimenti che riguardano il nostro paese di Monte Marenzo e non solo.
    SERGIO ci avvince con le sue cronache precise e puntuali ed ADRIANO, con la sua professionalità e passione per la fotografia, le correda di immagini che ci DONA per la soddisfazione e gioia di scoprirle e scoprirci in esse…!
    Ancora una volta li ringrazio per la loro bellissima collaborazione nell’aver illustrato la bella giornata comunitaria della 25a Camminata AIDO del 2 giugno.
    Con tutte le foto scattate da ADRIANO, sulla nostra pagina di FB “AIDO-MONTE MARENZO” abbiamo aperto un nuovo ALBUM intitolato alla Camminata e che è molto “cliccato” e commentato con entusiasmo dagli amici di tutta Italia…ma qui mi scuso ufficialmente con ADRIANO se, in buona fede, solo dopo averle pubblicate ho aggiunto il suo nome quale amico che ci ha dedicato le sue fotografie.
    Ancora un GRAZIE a nome del Gruppo AIDO “Dosolina Ravasio” di Monte Marenzo !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.