Un anno fa pubblicavamo sul nostro sito una singolare richiesta di Angelo Fontana.

http://www.unpaeseperstarbene.it/2013/angelo-fontana-cerca-un-amico-e-fa-gli-auguri-a-celentano/

Faceva gli auguri a Adriano Celentano per il suo 75° compleanno e allegava una foto che lo ritraeva con “il molleggiato” a Venezia al tempo del militare in Marina.

Nella foto anche un suo commilitone e Angelo lanciava un appello, di trovare, dopo 40 anni il suo amico Edgardo Casali.

Qualche giorno fa il nostro articolo è stato ripreso da Ezio Vinciguerra sul sito “La Voce del Marinaio” http://www.lavocedelmarinaio.com/2014/01/il-marinaio-adriano-celentano/

Molti commenti sul modo di indossare il berretto da marinaio da Celentano e qualche tentativo di mettere in contatto i due vecchi compagni di Marina.

Poi Angelo è riuscito a sapere che Edgardo vive a Sala di Cesenatico (e non a Bologna) e dopo qualche telefonata e grande sorpresa l’ha trovato.

Così Angelo dice: “è stata per me una grossa soddisfazione sentirlo dopo tantissimi anni, ma la soddisfazione è stata anche la sua sentire me.”

Bene. Un piccolo motivo di soddisfazione anche per il nostro sito che ha fatto ritrovare, insieme alla “Voce del Marinaio” due amici. E chissà se si riuscirà a fare la stessa foto con i tre protagonisti 42 anni dopo?

Angelo hai ancora il berretto da Marinaio da prestare a Celentano?

 

Ecco le testimonianze dei due protagonisti di questa storia:

Edgardo Casali

Il periodo militare è stato per me un periodo meraviglioso. Eravamo un gruppo ben affiatato e il divertimento era assicurato. Nel periodo invernale passavamo il nostro tempo giocando a carte e facendo piacevoli passeggiate nella bellissima città di Venezia. Durante queste passeggiate abbiamo avuto il piacere di conoscere molte persone interessanti.
Nella bella stagione trascorrevamo le nostre giornate nella spiaggia del lido di Venezia e lì si rincarava la dose del divertimento per dei ragazzi giovani quali eravamo noi.
Per un periodo di sei mesi ho avuto l’onore di fare il mozzo di servizio sul motoscafo del Colonnello Trisolini e lì ho potuto vedere cose che a me, ragazzo di campagna, erano del tutto sconosciute.
Era un tipo di vita totalmente diversa rispetto a quella a cui io ero abituato nel mio paesino di campagna. Non avevo mai conosciuto nessuno che appartenesse all’alta società del potere militare, non avevo mai frequentato alberghi, ristoranti per non parlare di tutti i luoghi meravigliosi che non avrei mai potuto visitare con le mie possibilità di campagnolo puro.
Ho tantissimi bei ricordi di quel periodo ad esempio uno in particolare è il giorno in cui ci siamo trovati al Lido dove si svolgeva il Festival della Canzone.
In quell’occasione abbiamo potuto osare un po’ più del normale proprio perché eravamo in divisa e per noi avevano un occhio di riguardo.
Ci siamo trovati ad avere contatti con tutti i cantanti.
Ricordo in modo particolare l’incontro con la famiglia Celentano.
Abbiamo fatto foto insieme ad Adriano e a sua moglie Claudia in più di una situazione.
Per me è stato un momento storico che mi è rimasto impresso nella memoria e ad essere sincero mi piacerebbe tantissimo che Adriano accettasse dopo 42 anni di ripetere lo stesso incontro tra noi marinai.
I ricordi di quel periodo sono tantissimi e bellissimi ma dovrei stare qui a raccontare per ore e comunque grazie alla Marina ho potuto godere di tutte queste meraviglie.
Un amico marinaio ora, Cav. Angelo Fontana di Monte Marenzo Lecco, è riuscito a rintracciarmi dopo ben 42 anni e ne sono rimasto colpito ed entusiasta e adesso siamo in contatto giornalmente anche per convincere Adriano ad accettare la proposta dell’incontro.
Dopo il periodo militare la mia vita è stata molto regolare, mi sono sposato ho avuto tre figlie ed ora anche una bellissima nipote e vivo nella mia città natale Cesenatico da sempre.

Da poco sono in pensione dopo ben 42 anni di lavoro presso l’azienda Conad di Forlì come autotrasportatore e non ho mai fatto ferie in tutti questi anni.
Pertanto non chiedetemi cosa farò adesso perché come si può ben immaginare ho solo tanta voglia di riposare.

Angelo Fontana

Sono nato a Lecco il 28/04/1950.

A proposito del mio servizio militare, sono stato chiamato  in Marina, quando i miei conterranei andavano a Vipiteno o a Merano negli Alpini.

Allora circolava la voce che andavano in Marina solamente coloro che lavoravano nelle grandi ditte.

Nel 1970, la visita militare a Venezia, ma poi venni mandato a Taranto, con grande preoccupazione di mia madre, a causa della distanza.

Solo per il primo anno,  perché nei primi di gennaio 1971, venni trasferito a Venezia, nella “città più bella del mondo”.

Ricordo con infinito piacere un viaggio in  rappresentanza dei Marinai di Venezia in Pellegrinaggio Internazionale a Lourdes con i militari di tutto il mondo; e le giornate al Lido della città lagunare, nei mesi di agosto e settembre durante lo svolgimento della Mostra Internazionale di Musica Leggera e del Cinema con tantissimi cantanti e attori presenti alla manifestazione.

Tutti i pomeriggi fino a tarda sera, io con altri marinai, Edgardo, Simone, Luciano, non perdevamo  l’occasione per fare una foto ricordo con i big della musica e del cinema.  Particolarmente cara una foto, assieme al mio amico marinaio Edgardo, con il mitico Adriano Celentano.

Nel mese di gennaio 2013 ho lanciato un appello sui giornali locali e in rete , sul sito “un Paese per star bene” per trovare il mio amico Edgardo che avevo perso di vista da oltre 40 anni e nello stesso tempo fare gli auguri a Celentano per il suo compleanno.

Nei primi giorni di gennaio 2014 il Signor  Ezio Vinciguerra che firma  articoli su” La voce del Marinaio” ha letto sul sito “un Paese per star bene” il mio appello, subito si è mosso con i suoi  i mezzi a sua disposizione per trovare il mio amico, facendo tam tam su web (siti collegati alla Marina Militare, facebook, twitter ecc. ecc.).

La cosa bella è stata che siamo riusciti a trovare Edgardo.

Sarebbe superfluo dire quanta gioia abbiamo provato nel ritrovarci. Non solo ci siamo promessi di rivederci, ma di chiedere ad Adriano Celentano se accetterebbe l’invito di rifare la foto dopo 42 anni.

Ovviamente andremo noi a casa sua o dove vorrà lui. Noi andremmo ancora con il cappello di Marinaio.

 

Categorie: Polisportiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.