Luigi Iannella ogni tanto ci fa pervenire alcune immagini che ha scattato negli anni scorsi.

Il primo giugno di quest’anno si è recato in Val Camonica esattamente dopo 40 anni da una sua visita negli stessi luoghi, più precisamente nella zona dove sono presenti le “Piramidi di Zone”. Qui ha scattato alcune foto e le ha messe a confronto con le immagini scattate nel luglio del 1975 (nelle didascalie è indicata la data dello scatto).

Ringraziamo Luigi Iannella per questo dono che permette ai lettori di UPper di ammirare queste singolari formazioni. Ecco come vengono definite dal sito http://www.invallecamonica.it/, un progetto del Consorzio delle Pro Loco Camuno – Sebine ed ha lo scopo di rendere disponibile in rete tutte le informazioni di interesse turistico sulla Valle Camonica.

Le Piramidi di Zone, comunemente chiamate “fate di pietra”, ma scientificamente identificate come “piramidi di erosione”, sono uno dei fenomeni naturalistici più curiosi della Valle Camonica. Le Piramidi sono situate sull’altipiano di Cislano, nel comune di Zone ad un’altitudine di 600 metri. Si tratta di guglie altissime (fino a 30 metri di altezza) sormontate da un largo cappello di roccia, originato dall’azione erosiva dell’acqua. Questo fenomeno offre una suggestiva testimonianza dell’antico ghiacciaio, che un tempo copriva l’intera zona. Il processo di erosione è continuo, con risultati osservabili anche a distanza di poche decine di anni: ancor oggi si vengono a creare e distruggere nuovi esemplari, lasciando in alcune zone solchi molto profondi, simili a canyon. L’accesso alla riserva è libero, ed è presente un breve itinerario ad anello di semplice percorribilità.

 

3 Commenti

Le piramidi di Zone di Luigi Iannella

  1. Sono contento che le foto siano state considerate interessanti. Non ho problemi ad averi contatti. Il suo nome non mi riporta ad una specifica persona, può essere invece che la conosco benissimo. Gino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.