L’altra sera ci eravamo lasciati con la comunità di api migrata sulla finestra di Clara e, prevedendo una conclusione scontata, avevamo scritto che l’esperto apicoltore aveva scrollato il favo in una ospitale arnia.

Invece i fatti sono andati diversamente. L’apicoltore, nonostante i generosi tentativi, non è riuscito a raggiungere la finestra posta troppo in alto sulla facciata. La situazione poteva avere due sbocchi. Il primo aspettare (gli intenditori dicono anche dieci giorni) che le api esploratrici individuassero un posto adatto per insediare definitivamente la regina con tutta la sua corte (un albero cavo, un anfratto, o altro), oppure chiedere l’intervento dei vigili del fuoco.

Alla fine è stata scelta quest’ultima soluzione perché, giustamente, Clara non se la sentiva proprio di passare un’altra notte con qualche migliaia di api incombenti sul vetro della stanza.

I vigili sono arrivati, hanno issato il cestello con a bordo anche l’apicoltore, il quale con perizia ha individuato la regina depositandola nell’arnia, seguita dalle fedeli operaie delicatamente “spazzolate” dalla finestra.

Il tutto sotto l’occhio della fotocamera di Angelo Fontana.

One comment

Lieto fine

  1. Bisogna dare atto e riconoscere che il concittadino Angelo Fontana, per la nostra Comunità e non solo, è una vera “risorsa e miniera” di notizie ed idee che a volte possono anche far sorridere ma che tuttavia raggiungono il loro scopo!
    Sempre attento a ciò che succede, a conoscenza di ogni accadimento piccolo o grande che sia, dai primi fiori che annunciano la primavera all’arcobaleno catturato all’istante, dalla annuale puntuale transumanza delle pecore per le vie del paese, al fenomeno abbastanza raro dello sciamare delle api, come in questo caso.
    Bravo Angelo, grazie per tenerci sempre “svegli”, attenti verso gli altri e a tutto ciò che succede intorno a noi e che magari non abbiamo il tempo o la sensibilità di cogliere..!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.