Una mostra bella e suggestiva “Eco. Voci tra le montagne” inaugurata ieri pomeriggio a Garlate presso il Museo della Seta “Abegg”.

In tantissimi hanno affollato prima la sala civica per la presentazione ufficiale e poi hanno apprezzato la particolare messa in scena di questa Mostra curata da Chiara Burini e Flavia Rocca, con la collaborazione di Giuseppe Burini e Elisa Di Carlo.

La Mostra è la quinta delle installazioni temporanee, ideate e realizzate da giovani under 26 e finanziate grazie al progetto Culture Shock, che da gennaio a giugno 2017 interessa gli spazi del Museo (calendario delle mostre a questo link  http://www.museosetagarlate.it/?p=3797).

Dopo le presentazioni ufficiali da parte della Cooperativa LiberiSogni ed il messaggio dell’Amministrazione Comunale di Garlate, è stata Chiara Burini a raccontarci cosa avremmo visto.

“Eco. Voci tra le montagne” è una installazione audio-visuale di cartoline, foto d’epoca, racconti, proiezioni, paesaggi di ieri e oggi, per parlare e per riscoprire i legami antichi e moderni con il nostro territorio. Una mostra partecipata, in quanto è stato chiesto alla cittadinanza di Garlate e dintorni di consegnare alcune foto d’epoca e grande è stata la risposta ottenuta. Molte le foto d’epoca dall’Archivio Marenzi di Calolzio che hanno anche prestato alcune macchine fotografiche d’epoca. Il tutto nei suggestivi spazi del Museo, tra arcolai, macchine per la tessitura e bozzoli…

I visitatori hanno potuto non solo guardare le opere in mostra (libri, foto, gigantografie), ma “entrare” nell’opera esposta sdraiandosi su morbidi cuscini ed osservare le immagini appese al soffitto che ritraggono scorci di lago o di montagna del territorio lecchese.

Oppure hanno ascoltato le spiegazioni attraverso le cuffie posizionate accanto ad alcuni pannelli con le foto dei luoghi rappresentati con foto d’epoca e di oggi.

O ancora hanno potuto inquadrare il QRCODE con il proprio smartphone e scaricare i video e i link multimediali dei paesaggi descritti sui pannelli o soffermarsi davanti alla proiezione del nostro video “C’era niente” realizzato ancora da Chiara Burini e Maricela Fontana in collaborazione con Auser Monte Marenzo e UPper Monte Marenzo.

C’è stato anche un gradito rinfresco curato dall’amico Claudio Frigeni e da Roberta Agnelli.

Quindi veramente brave le due curatrici che hanno intrattenuto i visitatori.

Voglio ringraziare tutte le persone che hanno avuto fiducia in noi, nelle nostre passioni e nella nostra forza di volontà, grazie alla loro grande disponibilità siamo riuscite a realizzare la grande mostra che avete avuto occasione di visitare ieri. Ciò che è stato realizzato è il risultato di tante mani e tanti cuori che ci hanno voluto aiutare fino all’ultimo, che ci hanno dato completa fiducia anche davanti agli intoppi e che abbiamo superato brillantemente. L’aiuto che ci è stato dato per tutto l’anno di preparazione è stato immenso. Durante l’allestimento l’emozione era grande e la tensione era tanta. Fino a quel momento, il progetto era solo nelle nostre menti e vederlo piano piano, con tanta fatica, prendere vita è stata una soddisfazione incredibile. Grazie a tutti di cuore per essere stati presenti alla nostra inaugurazione e a tutte le persone che verranno a trovarci nelle prossime settimane. Vi aspettiamo!” Chiara Burini

Chi si è perso l’inaugurazione ha tempo fino al 21 maggio. Andateci, ne vale proprio la pena.

 

ORARI E INFO MOSTRA:

http://www.museosetagarlate.it/?p=4235

18253932_992474517555609_2053350801_n

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.