A seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’iscrizione del Mais Scagliolo di Carenno al registro nazionale delle varietà da conservazione il 20 ottobre 2017 ci sembra doveroso rendere pubblico questo grande passo avanti.

La reintroduzione e valorizzazione di questa antica varietà di granoturco tipica e locale del nostro territorio rappresenta un’opportunità non solo per gli agricoltori ma per tutti gli abitanti, per il significato legato alle tradizioni, ai sapori antichi e alla cultura di tutti noi.

Continuare a coltivare e mantenere in vita un seme così come ci è stato tramandato dai nostri predecessori con tutte le sue caratteristiche distintive, selezionate con il tempo e con l’esperienza dei nostri padri contadini, deve essere un punto di forza della nostra identità e comunità, anche con ricadute ambientali e socio-economiche.

Carlo Greppi, Presidente Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino

mais_scaiolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.