Browse By

“L’uomo non sta fermo” in sala civica

Un paese per star bene invita tutti all’esposizione di opere di Miriam Ravasio che si terrà presso la sala civica comunale dal 14 al 20 novembre. L’inaugurazione sarà sabato 14 alle ore 17 e avrà i seguenti orari di apertura: nei giorni settimanali dalle 15 alle 18 e la domenica anche dalle ore 10 alle ore 12. L’iniziativa è patrocinata dall’amministrazione comunale e dalla biblioteca civica.

 

Note sulla mostra: L’Uomo non sta fermo

 p1020920_web1

L’Uomo non sta fermo (opere dal 2003 al 2009) è un tema che non pone domande a cui nessuno saprebbe rispondere, al contrario offre azioni che, seppur mosse in un ambito ristretto, sono, come potrebbero esserlo per ognuno di noi, universali. Potenza della rete e delle nuove dimensioni comunicative: Circe, of hands, è il titolo che apre il ciclo delle formelle polimateriche. Cerchi di mani, cerchi danzanti  con capienze immense e aperte allo spazio, che l’accelerazione dei tempi, riduce in particelle infinitesimali. Polveri lievi che scendono a coprire ogni superficie, contaminandone i tessuti e creandone di nuovi. E’ il Fato contemporaneo che promuove i contatti e feconda le inclinazioni; insondabile perché immenso, presente e ineludibile perché nella rete viviamo, con partecipazione ed emozioni, il nostro presente. ‘t il modo di esprimersi dell’umanità, che si rinnova totalmente, è il pensiero umano che depone una forma e ne riveste un’altra, è il completo e definitivo cambiamento di pelle di quel serpente simbolico, che, da Adamo in poi, rappresenta l’intelligenza” Sono parole di Victor Hugo sull’invenzione della stampa che sostituì nel cuore degli uomini, il primo e importante alfabeto: l’architettura, quel codice di forme durature a cui per millenni fu affidato l’umano pensiero.

Archi, capitelli, facciate, assetti urbani, agglomerati e prospettive sono i soggetti dei disegni, quadri e formelle.

L’agire dell’uomo, nel tempo compreso fra l’ideogramma di Lascaux, l’Omino incerto che con la sua presenza chiude il trionfo animale, e il Trash People, Omoni di spazzatura, dell’artista berlinese Ha Schult, installati in giro per il mondo. In un percorso che comprende tele, tavolette polimateriche, in rilievo e dipinte ad olio, grandi “gessi” monocromatici e l’installazione di una scultura dallo spessore minimo “proprio come noi: donne e uomini del nostro tempo”.

 

p1020927_web

Un pensiero su ““L’uomo non sta fermo” in sala civica”

  1. Domenica si conclude la mostra in sala civica di Miriam Ravasio, è l’ultima occasione di vedere le sue opere veramente di forte impatto e di grande spessore artistico e culturale.
    Vi invito anche a leggere il testo di Victor Hugo su “la stampa ucciderà l’architettura”, una chiave di lettura per le opere di Miriam.
    A Miriam i complimenti di Un Paese per Star Bene.

Rispondi a Sergio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.