Browse By

9 pensieri su “Gli Auguri di UPper”

  1. Andate a vedere i video di UPper media su YOUTUBE e … sorpresa!
    http://www.youtube.com/unpaeseperstarebene#p/u

    Youtube conta le visualizzazioni per ogni video.
    Facciamo la classifica di fine anno:

    1° posto: il video UNPAESEPERSTARBENE – 337 visualizzazioni in un anno

    2° posto: Cascina Costa 30 anni dopo – 301 visualizzazioni in 3 mesi

    3° posto: il videocommento di Angelo sul Ministro Castelli 53 visualizzazioni in 7 mesi, a questo si devono aggiungere le visite fatte quando il video era caricato sul nostro server: 113 in un mese! Totale per questo video 166 visualizzazioni in 8 mesi

    4° posto: Auguri UPper 2010, con “I santi bambini” – 49 visualizzazioni in una settimana

    5° posto: “l’albero dei sogni” la videointervista alla nostra Presidente Cinzia Mauri, messo in rete 1 giorno fa: 36 visualizzazioni.

    Grande successo dei nostri video, qundi. Chi non l’avesse ancora guardati può andare su questo link:
    http://www.youtube.com/unpaeseperstarebene#p/u

    clicca su “video caricati” troverai tutti e cinque i video prodotti da UPper media.
    Nei “preferiti” il video di Angelo e Roberto Gandolfi “Nuvole” sul giorno della memoria: 2406 visualizzazioni in 2 anni

    Buona visione

  2. Un video per farci meditare in questi giorni di festa e per tutto l’anno, spero.
    Auguri a tutti, amici di upper e no…e sopratutto a loro, i bambini.

  3. auguri a tutti grandi e piccoli ,ai ragazzi, continuate a lottare x il vs futuro che qualcuno vi vuole togliere. ma dove sono finiti gli upperini, SONO TUTTI ALL’ESTERO?

  4. dalla Ricerca di Telethon, Una speranza per i nostri bambini, per quelli che già ci sono e quelli che verranno, dal nostro paese parte una grande voglia di unire, e ben 66 paesi con centinaia di associazioni,con i loro volontari, collaborano,organizzano, mangiano un sacco di freddo, però la voglia di dare un futuro migliore, ai nostri figli è più forte di ogni sacrificio.
    In Italia abbimo i migliori scenziati del mondo, lo dimostra il fatto che per la prima volta al mondo, Noi Italiani andiamo a curare 7 malattie, sulle circa 6000 malattrie Genetiche, che il nostro corpo può ammalarsi, 6 su 6000, abbiamo preso la strada giusta, questo è il grande dono di Natale.

  5. questo video ci mostra la vera realtà nel modo in cui vivono
    i bambini in diversi luoghi del mondo.Ci tocca moltissimo e meditare in questo giorno di Natale.

  6. Abbiamo bisogno di un sogno nuovo.
    Trascorriamo le nostre domeniche in famiglia nelle luccicanti e affollate piazze dei centri commerciali.Abbiamo vite frenetiche in cui manca la ricchezza del tempo lento, il tempo per un libro insieme , il tempo per una preghiera, il tempo per ascoltare. Abbiamo bambini sommersi da cose di cui non riescono a godere, quando il loro unico desiderio sarebbe stare insieme a noi a correre in un prato.
    Abbiamo basato la nostra “felicità” sull’infelicità di altri, bambini come i nostri.
    Abbiamo bisogno di un sogno nuovo, un sogno di consapevolezza,
    giustizia e amore, condividiamolo con i nostri figli, perchè il Natale sia sempre accoglienza e speranza.
    Condividiamo e crediamo, insieme, in questo sogno perchè la speranza cresca
    Auguri a tutti
    Cinzia

  7. Approfitto del sito per fare gli auguri a tutti gli amici UPper che non ho visto in questi giorni (ero ammalato).
    Il video realizzato da Angelo e messo su Youtube rappresenta bene lo spirito natalizio (quello autentico). Alcune immagini meriterebbero una riflessione profonda:
    la madre in nero col bimbo in grembo, una moderna ed antica Natività, non con i Magi a portare doni, ma soldati con armi in pugno;
    i bambini soldato o quelli tra la spazzatura delle favelas;
    i bambini nel deserto…
    Come dice il titolo del video sono “I santi bambini”.
    Auguri quindi a tutti, e PACE, a loro e a noi.

Rispondi a Sergio C. Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.