Browse By

Idee per fronteggiare con sapienza la crisi dei consumi

barattoRispondendo ad una richiesta della minoranza consiliare sull’Expo 2009, gli Assessori Renato Greppi e Pierluigi Isacco, hanno delineato uno scenario dentro il quale l’Amministrazione comunale intende promuovere delle iniziative in favore degli esercizi commerciali di Monte Marenzo. Lo proponiamo ai nostri naviganti in quanto lo riteniamo un argomento interessante, così come riteniamo stimolante le proposte avanzate.

Le criticità che può presentare l’Expo, considerato che si svolge prevalentemente all’aperto, sono in larga misura legate alle condizioni atmosferiche. Quest’anno il tempo è stato poco clemente e a Monte Marenzo nei due giorni della manifestazione abbiamo avuto una nevicata e la temperatura è scesa sino a -7° C.

L’altro limite è dovuto al numero limitato di volontari (soprattutto amministratori) che prestano la loro opera rispetto al lavoro necessario. Infatti, bisogna in due giorni montare e smontare una serie di strutture e attrezzare degli spazi, nel contempo per contenere i costi generali, sino ad ora, non è stato opportuno dare incarichi retribuiti per gli allestimenti.

Nonostante le difficoltà e i limiti riteniamo che l’Expo sia un evento positivo e abbia una ricaduta altrettanto positiva sugli esercizi commerciali del nostro comune. In una diminuzione generale degli indici al consumo, dovuto alla caduta del potere di acquisto di tante famiglie colpite dalla crisi occupazionale, anche nel periodo natalizio le persone girano per cercare l’acquisto più conveniente e, da questo punto di vista, è difficile fare concorrenza alla grande distribuzione.

Mantenere una fetta del monte acquisti presso i nostri negozi deve quindi passare attraverso altre forme, quali creare delle attrazioni, degli eventi che sappiano coniugare l’acquisto con una proposta culturale, di spettacolo, di gioco, ecc.; insomma ricreare un’atmosfera di fiera e di mercato. Se poi questa offerta riuscisse ad esercitare un potere di attrazione anche di persone del circondario, e successivamente fidelizzarli come clienti dei nostri esercizi, allora diciamo che siamo sulla buona strada.

Ecco perché riteniamo che l’esperienza dell’Expo debba essere ampliata e replicata anche in altri periodi dell’anno.

Buttiamo lì alcune idee che andrebbero ragionate e valutate con gli interessati:

  • promuovere un altro evento sulla falsariga dell’Expo da tenersi in altro periodo dell’anno, dove le vendite sono tradizionalmente basse e dove il clima per le esposizioni all’aperto sia più favorevole (in primavera e/o in prossimità delle festività pasquali);
  • strutturare e potenziare la manifestazione “Open day” (soprattutto veicolando il pacchetto attraverso i canali del turismo “incoming”), affiancando alle visite a Santa Margherita, alle cascine, ecc., e alla proposta di piatti tradizionali e con prodotti locali a cura dei nostri ristoranti, l’apertura dei negozi, l’esposizioni all’aperto delle merci, l’allestimento di mercatini, mostre, piccoli spettacoli e manifestazioni di strada;
  • applicare lo stesso modello ad eventi già esistenti e che hanno un significativo richiamo nel territorio, come la festa patronale, la sagra del fungo, la camminata dell’AIDO, la festa degli Alpini, la festa missionaria, ed altre;
  • sperimentare in giorni fissi del mese il mercato di prodotti agroalimentari locali, da tenere in un ambiente caratteristico, come il cortile di Casa Corazza.

Naturalmente queste sono solo alcune delle proposte che abbiamo intenzione di portare avanti, altre se ne potrebbero aggiungere. Per la loro realizzazione l’importante è avere un’ampia collaborazione e un aiuto concreto da parte di amministratori, negozianti, cittadini.

baratto_panel

Un pensiero su “Idee per fronteggiare con sapienza la crisi dei consumi”

  1. Concordo pienamente con tutto il contenuto dell’articolo. L’EXPO va difesa e potenziata,nonostante tutte le difficoltà. Tra le nuove proposte, quella del mercatino di prodotti agroalimentari locali a casa corazza ritengo sia di grande “appeal”: nei vari appuntamenti simili che ci sono nei paesi limitrofi c’è sempre un grande richiamo di persone! Io punterei a far partire questa iniziativa col la bella stagione (quindi da subito :-))

Rispondi a Daniel Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.