Browse By

Le idee dei bambini per progettare Monte Marenzo

“Ci concedi qualche minuto? Abbiamo bisogno di te per un progetto molto importante per Monte Marenzo: il PGT.”

Con questa premessa abbiamo chiesto a tutti i bambini che frequentano la scuola primaria di Monte Marenzo (dai 6 ai 10 anni) la loro opinione, perché riteniamo sia importante che anche i bambini dicano che cosa pensano di Monte Marenzo e ci facciano capire che cosa va bene, che cosa manca, che cosa si potrebbe fare per il nostro paese.

Abbiamo voluto responsabilizzarli chiedendogli espressamente di fare la loro parte per questo progetto. Le loro risposte ci sono servite a capire i loro bisogni. Ora le passeremo al Tecnico incaricato a scrivere il PGT, perché vorremmo che nel Piano siano contenute anche queste idee.

L’idea di distribuire un questionario ai bambini è nata dal Gruppo Istruzione e Diritto allo Studio. Cinzia Mauri ha predisposto la bozza delle domande e il Gruppo le ha integrate, chiedendo poi alle Insegnanti la collaborazione per spiegarne l’importanza ai bambini.

Il risultato è straordinario nei numeri e nella qualità delle risposte.

126 i questionari distribuiti, 103 quelli raccolti (81,7%). Hanno risposto anche alcuni bambini non residenti, ma per la nostra statistica contiamo 91 questionari (83,5%) sui 109 bimbi residenti (54 femmine 37 maschi, 17 della Levata, 55 di Monte Marenzo “alto” e 19 del “basso”).

Le domande a scelta multipla o con risposta aperta erano tantissime, quindi l’elaborazione ha valutato quasi 7.000 dati.

I bambini di Monte Marenzo il loro paese lo vorrebbero così

Il dato più sorprendente è quello alla prima domanda: al 99% dei ragazzi piace vivere a Monte Marenzo. Un paese considerato attento ai bisogni dei bambini (93,4%), perché si fanno molte iniziative per loro e per i ragazzi (31,9%) e perché ci sono molte strutture per giocare (35%). Un paese accogliente e sicuro, dove i bambini percepiscono che se si ha un bisogno gli adulti li aiutano (14%).

La scuola è bella (91,2%), grande (83,5%), con aule attrezzate (78%) e luminosa (61,5%). Il giardino della scuola è grande e ai bambini piace andarci (85%) ma, viene segnalato un difetto: non si può sempre usare perché dopo che ha piovuto rimane troppo bagnato (63,7%). Ecco una prima esigenza che il PGT dovrebbe accogliere.

Come vivono i bambini Monte Marenzo? Praticano sport (68%), giocano nei parchi giochi (67%), passeggiano nei boschi (62,6%), vanno in bicicletta (59,4%), in biblioteca (51,6%), all’oratorio (48,3%) e frequentano gli spazi organizzati da “MOSAICO” (36,3%).

Come percepiscono il paesaggio che li circonda? A Monte Marenzo ci sono case (93%), fabbriche (22%), strade (82%), ma si vedono anche prati (72,5%), parchi (41,7%) e boschi (32%).

Cosa vorrebbero vedere invece i bambini? Parchi (69%), prati e boschi (59%) e piste ciclabili (61%). Le case non scomparirebbero dal paesaggio, ovvio, ma si riducono al 36% e le fabbriche all’11%.

Non mancano i posti per giocare vicino a casa (81%), che i bambini vorrebbero con una parte coperta per quando piove (60%) e con tanti giochi (76%).

I sentieri sono poco conosciuti e si vorrebbero cartelli che spieghino gli alberi, gli animali e i tempi di percorrenza.

Solo il 43% dei bimbi conosce le aziende agricole e le industrie di Monte Marenzo.

I luoghi più amati sono i parchi giochi (24,2%), la scuola (20,9%), i boschi vicino a casa e il palazzetto (13%) e l’oratorio (11%), ma anche la propria casa (13,2%).

I posti che piacciono di meno sono le fabbriche (9%) ma molti scrivono espressamente (34%) che non ci sono posti brutti, anzi tutto è bello.

Tutti i bambini hanno completato il questionario con un loro disegno, pensando a come vorrebero Monte Marenzo o rappresentando un luogo amato e che si vorrebbe che rimanga così come è ora.

I disegni saranno in mostra nella serata finale di EXPO 2010 giovedì 23 dicembre, dalle ore 20.30 presso la palestra del centro sportivo.

Infine i sogni dei nostri bambini che vorrebbero la piscina (29,7%), grandi parchi giochi e di divertimento (14,3%), ma anche le scuole medie (11%), il cinema (6,6%) ed altre decine di cose curiose: una gelateria artigianale, un orto in comune, un campo di girasoli…

 

(il disegno riprodotto è di Leonardo Fumagalli, anni 10. Titolo del disegno: Monte Marenzo un paese ecologico).

 

scansione0004_

Un pensiero su “Le idee dei bambini per progettare Monte Marenzo”

  1. Vorrei proprio stringere la mano e complimentarmi con i bambini che hanno partecipato al questionario sul progetto paese (e con gli adulti che l’hanno pensato e seguito).

    Il bel disegno che pubblicate e che sembra rappresentare un po’ di passato (il mulino), una colorata percezione di presente (le case, il fiume) ed una speranza per il futuro (l’eolico), è davvero suggestivo.

    Ho letto con attenzione gli esiti delle riposte, teniamone conto..
    So che un bambino ha pensato ad un parco per gli uccelli: come per il campo di girasoli o l’orto in comune (sono in atto molte esperienze in Italia e all’estero), non si tratta di proposte irrealizzabili, se pensiamo per esempio alla futura destinazione a fini ambientali dell’area di Villa Monti, o alla prospettiva di valorizzare il comparto agricolo della Valle.

    Mi viene in mente l’incredibile esperienza di Correggio(Reggio Emlia), dove un intero quartiere viene progettato con il concorso di idee dei cittadini più piccoli e della scuola, e poi concretamente nel corso degli anni realizzato. Guardare per credere: http://www.coriandoline.it!

    Non posso non pensare a quanto diversa sia la condizione di altri bambini e ragazzi nel mondo, come ci ricorda la bellissima (e dolente) galleria di immagini che Upper ci offre: ma proprio perchè il mondo è uno solo per tutti, lo è già e lo sarà sempre di più, l’attenzione ovunque e comunque ai più piccoli è, credo, una delle poche e determinanti carte che ci restano da giocare.

    Grazie per l’ospitalità,
    un saluto
    Cristina

Rispondi a Cristina Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.