Vista l’antivigilia di ferragosto non ci si aspettava una folla così numerosa all’inaugurazione della casetta dell’acqua alla spina, con le persone che ascoltavano i saluti delle autorità con in mano tessere e bottiglie, pronti a spillare l’acqua per vincere un bel caldo di stagione, finalmente.

Sobria e simpatica la cerimonia del taglio del nastro, con tanti bambini che gironzolavano tra le gambe degli oratori.

Ha aperto gli interventi il sindaco, in fascia tricolore, ponendo l’accento sul sento di questo nuovo servizio: “Questa mattina non siamo qui ad inaugurare una grande opera pubblica, ma piuttosto a condividere un’idea dal forte messaggio simbolico, a dare il giusto risalto ad un piccolo servizio che, a nostro parere, valorizza uno degli elementi più importanti che esistano in natura: l’acqua.” Ha proseguito ricordando come il tema dell’acqua come bene della comunità è molto sentito a Monte Marenzo, altrimenti “…non si capirebbe perché il 94% dei cittadini che hanno partecipato al referendum hanno votato per mantenere l’acqua di proprietà pubblica.”

Dopo aver ricordato i vantaggi ambientali ed economici di un servizio del genere, ha terminato con i dovuti ringraziamenti. Alla provincia di Lecco per aver contribuito alla spesa per la realizzazione del basamento; alla società Hidrogest, proprietaria e gestore dell’acquedotto pubblico, per il concreto sostegno alla gestione della casetta e per le oltre 750 bottiglie personalizzate che abbiamo distribuito; alla società IMSA, che ha cercato di venire incontro alle nostre esigenze, tenendo conto anche delle difficoltà economiche che stanno attraversando i comuni.

In sindaco a rivolto un pubblico ringraziamento all’assessore Franco Rota, che aiutato dal consigliere Daniel Fasolin, sono stati determinanti per questa realizzazione.

L’assessore Rota ha raccontato di aver “…distribuito le bottiglie in alcune vie del paese e, parlando con i cittadini, molti si sono sorpresi dell’iniziativa, non conoscendola, e hanno detto che avrebbero provato questo servizio… Un elemento importante di questo progetto è l’economicità che potrà esserci per le famiglie di Monte Marenzo”. L’assessore spera che “…pur in un periodo di crisi economica dei Comuni, sempre con meno fondi, di realizzare altri progetti del nostro programma per migliorare la qualità della vita e la salute per i cittadini”.

Interessante l’intervento dell’Amministratore delegato di Hidrogest, Carlo Arnoldi, che ha ricordato con un certo orgoglio i sessanta anni di attività della società pubblica che gestisce l’acquedotto, e l’impegno che è stato profuso per dimostrare concretamente come il pubblico sia in grado di gestire servizi fondamentali con efficienza ed economicità, nel primario interesse dei cittadini. Inoltre, ha confermato la qualità e la sicurezza dell’acqua che sgorga dai nostri rubinetti e, da oggi, dal distributore automatico installato a Monte Marenzo, il quale ha la funzione di rendere l’acqua più gradevole al gusto (declorata e, oltre che naturale, gassata).

Roberto Pozzoni, della società IMSA, ha illustrato il funzionamento dell’erogatore e i dispositivi di sicurezza igienico-sanitaria di cui è dotata la casetta.

Un piccolo fuori programma ha vivacizzato l’inaugurazione, ed è stato quando il sindaco ha dato la parola a Rocco Castagno, abitante di via Colombara, che dopo aver commentato positivamente la decisione dell’Amministrazione comunale di dotarsi della casetta dell’acqua, ha manifestato la preoccupazione che la localizzazione nella via centrale incrementi i livelli di rumorosità e di traffico già alti.

La manifestazione si è conclusa con un brindisi corale di acqua fresca e gradevole come aperitivo, tutti raccolti intorno ad una tavolata di patatine e salatini e ad un banchetto con libri relativi al tema dell’acqua, preparati dall’assessore Cinzia Mauri e collaboratrici.

Prosit.

3 Commenti

Fotogallery. Alla salute: inaugurata la casetta dell’acqua

  1. proteggendo un bene comune come l’acqua siamo sulla buona strada per proteggere tutti i nostri beni comuni, la nostra bella comunità innanzitutto. I momenti attuali lo richiedono

  2. emozionante e bella manifestazione, nonostante la giornata prossima al ferragosto molta la gente e molta anche durante la giornata. Mi aspettavo che qualcuno intervenuto facesse le scuse per le gravi affermazioni fatte , penso che troverà il modo prima o poi per questo,io mi sento di ringraziare gli amministratori che si sono adoperati per questo ottimo servizio.

Rispondi a marilena Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.