Browse By

Lombardo malato ed umiliato? La Regione comunica i costi a chi deve ricorrere alle prestazioni sanitarie

Caro paziente, ecco quanto ci costi.

Da giovedì 1 marzo le strutture ospedaliere della Lombardia presentano il conto ai pazienti.

Un’operazione di trasparenza dice la Regione Lombardia, prima in Italia ad assumere una tale decisione.

Il “conto” sarà presentato anche a coloro che pagano i ticket. Ogni cittadino sarà informato del costo di ricoveri, esami e prestazioni specialistiche. L’obiettivo è sensibilizzare non solo i cittadini, ma anche i medici che fanno troppe prescrizioni.

 

E’ etica della responsabilità o inutile colpevolizzazione? L’Ordine dei medici è critico: “Per essere curato con il servizio sanitario, il cittadino paga già le tasse. Informarlo con il referto medico della cifra spesa per lui è umiliante”.

Insiste il presidente dell’Ordine Roberto Carlo Rossi: “Costringere il medico a diventare un contabile è controproducente. Il rischio è di spingerlo a risparmiare sulla pelle dei pazienti.

 

Il Sindacato CGIL mette in guardia: “In Lombardia i cittadini contribuiscono già oggi in modo significativo alla spesa sanitaria con il pagamento di ticket che ci pongono ai primi posti fra le regioni in tema di compartecipazione alla spesa sanitaria; non vorremmo quindi che questo passaggio fosse un ‘subdolo’ tentativo di giustificare preventivamente un ulteriore incremento della loro entità”.

 

Operazione trasparenza per i cittadini che già pagano quanto dovuto come tassazione generale e particolare (ticket),  sicuramente un po’ meno per coloro che, evadendo le tasse, sottraggono risorse preziose al finanziamento del sistema.

Quindi un malato d’appendicite saprà che per operarlo sono stati spesi quasi 1.700 euro; uno colpito da polmonite che per ricoverarlo ci sono voluti 3.300 euro; chi si è sottoposto a un bypass coronarico sarà informato che per sistemare il suo cuore sono stati necessari 22.380 euro.

Ovviamente auguriamo a tutti i cittadini di Monte Marenzo di godere di ottima salute, non sia mai che oltre ad essere ammalati si sentano anche in colpa!

3 pensieri su “Lombardo malato ed umiliato? La Regione comunica i costi a chi deve ricorrere alle prestazioni sanitarie”

  1. UNA CURIOSITA’
    Sarebbe interessante conoscere quanti soldi del comparto sanità saranno spesi per raccogliere, organizzare i dati e inviare il conto spese ad ogni singolo cittadino utente dei servizi.
    Sono sicuro che tra personale, strutture e apparecchiature questi soldi saranno molti. E’ bene sapere che sono tolti dalle cure dei malati, inoltre c’è un perfido disegno di far sentire le persone sofferenti in colpa e i principali responsabili del dissesto della finanza pubblica.
    UN’IPOTESI
    Comunque se la cosa finisse lì tutto questo apparato non avrebbe molto senso. Il senso invece lo acquista, eccome, se invece non sono altro che le prove generali per introdurre la compartecipazione degli utenti al costo dei ricoveri ospedalieri mediante emissione di fattura una volta dimessi.
    Che ne dite?
    Angelo Gandolfi

Rispondi a Pi&li Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.