E’ fiorita una aiuola il 25 Aprile. Ed è nato un coro…. Quante cose belle nella Festa della Liberazione a Monte Marenzo.

Dopo la bella esperienza dell’anno scorso L’Assessorato all’Istruzione e per i rapporti con le Associazioni (Cinzia Mauri), la Biblioteca e il Gruppo Politiche Giovanili, hanno di nuovo proposto un giorno di festa, subito accolto da tutta l’Amministrazione e dalle Associazioni di Monte Marenzo.

La cerimonia ufficiale del mattino si è svolta con la consueta regia del Gruppo Alpini e del suo Presidente, Elio Bonanomi, con l’alzabandiera, l’Inno di Mameli, la posa delle corone d’alloro e il discorso del Sindaco, Gianni Cattaneo (che potete leggere qui http://www.unpaeseperstarbene.it/2013/25-aprile-il-discorso-del-sindaco/ ) alla presenza dei cittadini ed i Rappresentanti delle Associazioni e dell’ANPI.

Prima di lui il Parroco, Don Giuseppe, che ha celebrato al mattino l’Eucarestia, ha pregato per i caduti.

Dopo il discorso un piccolo rinfresco per i presenti offerto dall’Associazione Agricoltori Valle San Martino, l’Auser Monte Marenzo e il Gruppo Alpini.

Una piccola nota a margine, ma significativa. Luigi Iannella, prima della cerimonia, è venuto a scusarsi per l’impossibilità di essere presente, come fa da anni, con la sua fedele macchina fotografica per documentare tutti gli eventi di Monte Marenzo. Quel gesto umile ed educato la dice lunga della disponibilità e della passione di Iannella per il “suo” paese e per la Comunità di Monte Marenzo.

Comunità che ha animato la festa nel pomeriggio nella piazza antistante l’anfiteatro.

Intanto le Associazioni, a cominciare da UPper che invitava i cittadini a piantare un fiore in una piccola aiuola antistante l’entrata della piazza. A differenza dell’anno scorso che i fiori venivano dati ai patecipanti e portati a casa con tanto di “bandierina” con il logo UPper, questa volta si è voluto mettere un segno in quell’aiuola, senza simboli, a significare che la Festa è di tutti.

E insieme ai cittadini, anziani e piccolissimi, le piccole begonie sono state messe a dimora dai rappresentanti delle Associazioni (tutte), in un gesto simbolico di lavoro comune: la prima (rossa) da Carla Magni per l’Auser, l’ultima (bianca) da Don Giuseppe.

Dentro la piazza, intanto, oltre la transenna che riportava a grandi lettere lo slogan R-ESISTERE (ovvero il senso del nostro Esistere oggi grazie ai valori della Resistenza), L’ANPI era presente con una mostra, L’Oratorio ha curato uno spazio creativo per i bambini, l’Associazione Agricoltori, gli Alpini, l’AIDO, la Biblioteca, MOSAICO e la nuova Associazione di giovani Àndech, erano presenti con loro spazi espositivi.

Sul palco si sono esibiti i Doppia Goccia (grande successo per il Gruppo scelto dalla Biblioteca) e, prima tra il pubblico e poi sul palco, ha esordito un nuovo coro, diretto da Renata Tomasella, con tante belle voci di donne e di uomini (anche il nostro Sindaco), che hanno cantato alcune canzoni popolari e della Resistenza, accompagnati a volte da molti spettatori ed applauditi da tutti.

Chissà se è nato un nuovo coro a Monte Marenzo?

Infine c’è stato anche il tempo per leggere alcuni brani sulla Resistenza (I ragazzi di Mosaico, prima, e poi Sergio, Aurora, Don Giuseppe ed Elisa) e, sulle note dei Doppia Goccia, anche improvvisare un balletto…

 

La cerimonia ufficiale al mattino ed alcuni momenti della festa pomeridiana nelle immagini di Adriano Barachetti.

 

La Festa continua e si inizia a piantare i fiori del 25 Aprile.

 

 Si completa l’aiuola, si canta, si leggono brani e infine si balla…

One comment

I fiori del 25 Aprile e la festa in piazza

  1. Bellissima giornata, sia per il tempo che per le cose belle fatte insieme ed in armonia con le Associazioni e la gente del paese…
    Cielo azzurro, fiori, bambini, musica, balli, ma soprattutto serenità e gioia di essere insieme, festa della liberazione,sì, ma anche dei nostri cuori in festa per la nuova primavera.

Rispondi a Marina Mazzola Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.