Browse By

Mauro Colombo Amministratore unico di SILEA

0 Condivisioni

La legge sulla spending review ha costretto ad un ennesimo cambiamento le norme che disciplinano le società a intero capitale pubblico, gestori di servizi pubblici primari (gestione in house). Così è per la SILEA, l’azienda provinciale per il trattamento e smaltimento dei rifiuti, che ha deciso di modificare l’assetto societario, prevedendo la figura dell’Amministratore unico al posto dell’attuale Consiglio di amministrazione.

Preso atto della volontà degli azionisti (i comuni), che hanno precedentemente espresso parere positivo a questa modifica attraverso le delibere dei rispettivi consigli comunali, l’Assemblea di SILEA del primo agosto ha eletto Amministratore unico, per acclamazione, Mauro Colombo, già presidente della stessa società. A completare il livello esecutivo è stato insediato un comitato ristretto di nove componenti, con alla presidenza il vice sindaco di Lecco, Vittorio Campione, mentre il vice sindaco di Merate, Massimiliano Vivenzio, ha assunto il ruolo di vice presidente.

L’assetto societario per la gestione dei rifiuti, dopo l’inglobamento in SILEA dell’azienda che si occupa del compostaggio della frazione umida, vede Mauro Colombo presidente anche della consociata SERUSO (riciclo della frazione del sacco viola). L’intera operazione porta ad uno snellimento degli organi decisionali e dei relativi costi, trasferendo dei poteri gestionali non indifferenti al nuovo Amministratore unico, il quale, di contro, assume anche un pesante carico di responsabilità nei confronti degli azionisti.

Abbiamo chiesto a Franco Rota, assessore di Monte Marenzo presente all’Assemblea SILEA, la sintesi del programma presentato ai soci da Mauro Colombo.

“L’Amministratore unico – riferisce Rota – ha individuato tre direttrici verso le quali orientare l’azione di SILEA e della consociata SERUSO. Il primo obiettivo è l’avvio del teleriscaldamento, uno step che interesserà i comuni di Valmadrera, Civate, Malgrate e Lecco, per utenze pubbliche in primo luogo e per condomini di una certa entità. Al secondo posto la riduzione delle tariffe della raccolta differenziata (sacco viola) e del verde, programmata per il 2014. L’altro obiettivo ambizioso è sperimentare l’assunzione in carico dell’intero ciclo dei rifiuti, compresa quindi la raccolta, andando incontro ad una richiesta da parte dei comuni che rappresentano un bacino d’utenza di circa 250.000 abitanti”.

A Mauro i nostri auguri di buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.