Browse By

Senza sanzioni la prima rata TARES versata in ritardo

Come avevamo pubblicato sul nostro sito http://www.unpaeseperstarbene.it/2013/tares-batte-imu-2-0/ , la legge n. 201 del 2011 ha introdotto a decorrere dal 1 gennaio 2013 il nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, la famosa TARES. Il Consiglio comunale di Monte Marenzo nel luglio scorso ne ha deliberato l’applicazione approvando il regolamento e le tariffe.

Il Governo centrale ha continuato per mesi a intervenire sulla materia con una serie di provvedimenti contradditori, creando una notevole confusione e incertezza nei contribuenti e nelle amministrazioni locali, quando queste ultime sono chiamati ad applicare il nuovo tributo.

La conseguenza è che in questi giorni stanno uscendo le cartelle esattoriali e la scadenza del primo versamento è prevista per il 30.11.2013. Inoltre, la legge stabilisce che contestualmente alla prima rata, deve essere versata direttamente allo Stato la quota di 0,30 centesimi per ogni metro quadrato di superficie dell’abitazione.

Considerato che tutti i pagamenti saranno inevitabilmente in ritardo, la Giunta comunale ha stabilito di considerare nei termini i versamenti relativi alla versamento della prima rata TARES 2013 effettuati entro il 16 dicembre 2013, senza applicazioni di sanzioni ed interessi. Le altre scadenze continueranno ad essere il 31.01.2014 e il 31.03.2014.

Quasi certamente la TARES vivrà solo questa stagione e con l’anno prossimo vedrà la luce un nuovo tributo locale, di cui sino ad ora non si conosce nemmeno il nome, figuriamoci i contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.