Browse By

Un abbraccio dal Sud del Mondo

Mathilde Tomasella mette un “mi piace” sul nostro articolo Applausi per “Chichecanta”

http://www.unpaeseperstarbene.it/2013/applausi-per-chichecanta/

Un “mi piace” per dire: “Che brava mia mamma”.

Mathilde Tomasella da Spaiano di Monte Marenzo, è ormai all’estero da tempo.

Dopo gli studi in Germania ed in Olanda ha intrapreso un viaggio in Africa.

E’ stata in Malawi da luglio fino a novembre, per tre mesi ha vissuto in un villaggio nella comunità di Chididi, nel distretto di Nsanje, nel sud del Malawi.

Mathilde partecipa ad un progetto chiamato GLEN (un insieme di organizzazioni europee, sito : www.glen-europe.org ) che ha delle partnerships con Organizzazioni Non Governative nel cosiddetto Sud globale, soprattutto in alcuni paesi africani.

Ci racconta che è stata scelta con una ragazza dall’Estonia per un progetto chiamato ‘Economic Empowerment of women in the community of Chididi’ nell’organizzazione malawiana SURCOD (Sustainable Rural Community Development).

Ci invita a cliccare “Mi piace sulla Pagina facebook https://www.facebook.com/pages/Sustainable-Rural-Community-Development-Organisation-surcod-Malawi/226222067404585?notif_t=fbpage_fan_invite e poi  ci scrive:

Il progetto comprendeva l’organizzare trainings e workshops con i ‘saving groups’ (gruppi di risparmio) di donne organizzati dalla ONG. Inoltre abbiamo organizzato trainings per i volontari locali che seguono questi gruppi. Una grande parte del progetto è stata comunque la nostra ‘integrazione’ nella comunità, visto che eravamo le prime persone internazionali (e bianche) a lavorare insieme a questa organizzazione e soprattutto a vivere nei villaggi. É dal tempo dei missionari (anni 70-80) che nessuno andava più lì. É una comunità anche abbastanza dimenticata dal resto del Malawi, perché è nel mezzo del nulla sulle colline al confine col Mozambico e le strade per arrivarci non sono buone.

Poi vi manderò più informazioni e dettagli sulla nostra vita da villaggio!!! Sto cercando di mettere insieme degli articoli da tempo, solo che viaggiando e con i  problemi con connessione internet non è stato molto facile.

 

Infine ci manda una foto e gli Auguri: “Un abbraccio dal Sud del Mondo” e ci spiega:

 

Vi mando questa foto scattata da Chris Banning, un ragazzo francese che é arrivato le ultime due settimane quando eravamo lá ed ha partecipato alla cerimonia.

E’ l’ultimo giorno in cui sono stata vicino al villaggio Mchacha, dove abbiamo vissuto gli ultimi due mesi in Malawi. Quel giorno ci hanno addirittura donato dei soldi dai loro risparmi (essendo saving groups), pur di mostrarci la loro felicitá!

Gli abitanti del villaggio hanno visto come ci abbracciavamo tra di noi (siamo in tre, io, Kadri e la nostra coinquilina/collega malawiana Chisomo) e hanno cominciato ad abbracciarci e non smettevano più.

Nella cultura malawiana di solito non ci si abbraccia, e da come le donne cercavano di farlo si capiva che non erano abituate a farlo.. ma soprattutto si capiva quanto gli piaceva!

Auguri anche a te Mathilde e “un grande abbraccio da tutti noi”.

Foto di Chris Bannin

 

Un pensiero su “Un abbraccio dal Sud del Mondo”

  1. che brava anche questa figlia..! onore all’impegno e al coraggio delle ragazze dei giorni nostri, che vanno girando il mondo per imparare e qualche volta anche insegnare: ma chi immaginava possibile ‘insegnare abbracci’ in un villaggio in Malawi?? il racconto del vostro lavoro e del retroscena di questa foto sono una felice sorpresa…
    mi ha fatto venire in mente il consiglio comunale in sala civica dell’altra settimana, o meglio i protagonisti di quell’incontro: bambine e bambini del Consiglio dei Ragazzi e i premiati per merito di studio (qualche anno fa, tra loro c’era anche Mathilde,giusto?)e in particolare la ragazza a cui è andato il premio per la tesi sulle donne nella montagna, e mi è venuto in mente anche il pezzo di UPper dedicato al giovane chitarrista di Monte
    bravi questi ragazzi, continueremo a tifare per loro
    abbracci natalizi!

Rispondi a cristina Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.