La pagina Facebook “Sei di Monte Marenzo” è nata il 5 febbraio.  Marina Mazzola ha avuto l’idea di riprendere anche per il nostro paesello il fenomeno che impazza sul Social Network e, in venti giorni, si contano già 408 membri (dati di pochi minuti fa). Un vero e proprio record se si considera il numero totale dei nostri cittadini iscritti all’anagrafe (circa 2000 abitanti).

Come si legge nel profilo della pagina, l’intento è quello di pubblicare “foto, amicizie, ricordi, personaggi, tutto sulla vita di Monte Marenzo, ma con significati che vanno al di là di semplici ricordi: crea appartenenza e può aiutare a sentirci responsabili della nostra comunità.”

E a giudicare dalla partecipazione e dalle centinaia di foto e pensieri già pubblicati è indubbio che questo intento sia pienamente condiviso da chi ha un computer a casa, da chi vive o ha vissuto a Monte Marenzo.

Si pubblica la foto di gruppo della scuola, i coscritti di un determinato anno, la foto della Comunione, quella di questo o quel personaggio, il luogo vicino a casa trasformato dal tempo e quasi irriconoscibile…

E ancora: la neve di quell’anno, il raccolto dell’orto di un altro anno, l’evento sportivo, la transumanza che attraversa il paese…

Insomma tanti sono i motivi che animano gli iscritti al Gruppo, che è amministrato, oltre che da Marina, anche da Angelo Fontana e Pina Bonanomi.

Ieri Marina Mazzola ha pubblicato un post (e la foto) di riconoscimento al 400° iscritto al Gruppo: “Complimenti a Filippo, sportivo di talento che porta onore al nostro Gruppo di cui è il 400° iscritto…Grazie Filippo…”

Bene, un giovane (come tanti già iscritti) e tanti altri probabilmente seguiranno.

Si respira aria di nostalgia ma non solo. C’è un piccolo segno (positivo) di orgoglio e di appartenenza. Ma non di “chiusura”, anzi, come scrive oggi Marina, il Gruppo è aperto anche a chi ci è venuto in vacanza e ne ha respirato l’aria e non può averlo dimenticato…

La pagina può diventare una risorsa importante per condividere ricordi e documenti (le foto sono, di fatto, documenti in immagine della nostra storia). Speriamo sia così e che ancora in tanti alimentino il flusso del ricordo e dicano cosa c’è di bello (e di brutto) nel nostro paese che molti nei dintorni ci invidiano.

6 Commenti

“Sei di Monte Marenzo”. Riconoscimento al 400°simpatizzante

  1. l’idea mi piace. Se tutto l’entusiasmo che si sta esprimendo è reale, perché non proporre di incontraci tutti, del gruppo e non, in una festa semplice popolare e dedicata, “festa della primavera”? Ad esempio il pomeriggio del 5 aprile, tre mesi di fondazione del gruppo, in piazza con l’apporto di tutti, qualche dolce e bibita e un poco di semplice musica tipo il coro “chichecanta” ?

  2. E’ ammirevole quanto questo gruppo riesce a trasmettere. Ogni giorno una sorpresa, una novità, un commento e ricordi di un tempo che fu!
    Complimenti ! Continuiamo su questa strada 🙂

  3. bene, sono felice che si sia colta la vera importanza di questa iniziativa. Sono felice di appartenere a questa piccola comunità, come si usa dire, nel bene e nel male

  4. Forse le parole che elenca Angelo sono comuni ad altri paesi e conosciute quindi anche al di fuori di Monte Marenzo, ma ciò che accomuna veramente chi abita a Monte Marenzo è il sentirsi parte di questo territorio con le sue bellezze ma anche i suoi lati negativi, come una famiglia dove ci si ama nonostante tutto, una famiglia unica ed irripetibile come unico ed irripetibile è ognuno di noi.

  5. Sei di Monte Marenzo se .. Sai cosa sono il Risott giald, la Pulenta e gurgunsola, Oss bus, ol burli, la Minestra de fasoi, Custaole , la Buseca, ol pirù, ol cazzol, ol gerlo, ol pigazzot, ol cuder, la felepa, ol cadur, la sidela, ol lacc, la scoma, i unge di pe, ol lard,irugnu,olfidech,ol mericani,la schisceta, ol bigol delai,
    Si pubblica la foto di gruppo della scuola, le foto della festa degli anziani , i coscritti, le squadre di calcio dei tempi che fù,la cappelletta o il portone del paese ecc.
    Spero vi stiate piacevolmente divertendo e scambiando ricordi, e curiosità ed informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.