Il sindaco Paola Colombo ha preso carta e penna per esporre ai responsabili di Linee Lecco, società che gestisce i bus del trasporto pubblico in provincia, alcune questioni relative al trattamento tariffario applicato nei confronti degli studenti di Monte Marenzo, particolarmente penalizzante rispetto ad analoghi utenti di altri comuni.

In primo luogo, riferisce il sindaco, nel tariffario pubblicato dalla società non esiste un abbonamento specifico calcolato sulle nove mensilità dell’anno scolastico. Ne consegue che gli studenti devono acquistare un abbonamento annuale (dodici mesi), ad eccezione degli studenti residenti nel comune di Lecco, che godono di un abbonamento annuale speciale particolarmente favorevole dal punto di vista economico.

L’altra questione, a detta del primo cittadino, è particolarmente incomprensibile. Risulta che gli studenti residenti in Lorentino (frazione di Calolziocorte) e Torre de Busi in località S. Gottardo (contigua a Monte Marenzo) usufruiscono di un abbonamento annuo al costo di 205,50 euro, mentre quelli di Monte Marenzo, a parità di chilometri (addirittura la corsa di Lorentino è più lunga), sborsano la bellezza di euro 393 annue.

La lettera inviata al Sindaco di Lecco (comune capofila del servizio), all’Amministratore Unico e al Direttore di Linee Lecco, conclude sottolineando come la “…differenza è di tale entità da rappresentare una pesante penalizzazione per le famiglie della nostra comunità, soprattutto in una contingenza economica estremamente difficile”.

Il Comune è in attesa di risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.