Alcuni giorni fa il parroco di Monte Marenzo, Don Giuseppe Turani, è stato contattato dalla Comunità Montana per permettere ad alcuni incaricati dalla Provincia di Lecco di procedere al rilievo fotografico della Chiesetta di Santa Margherita e dei suoi affreschi.

La Provincia di Lecco, in ottemperanza alla legge Regionale 1/2000, ha dato avvio al progetto di schedatura (raccolta dati descrittivi e immagini) di alcuni beni architettonici del territorio, nella prospettiva di contribuire a realizzare uno strumento di conoscenza, di documentazione e di supporto alle decisioni in materia di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

La Provincia ha così assegnato all’Arch. Antonio Piefermi, di Lecco, il servizio di catalogazione e schedatura dei beni architettonici di interesse storico-artistico sottoposti a vincolo, individuati nella banca dati del polo Provinciale.

Don Giuseppe mi ha chiesto la cortesia di seguire gli incaricati della Provincia e ieri mattina ho accompagnato alla Chiesetta l’Arch. Piefermi e il fotografo professionista Giuseppe Giudici, di Lecco. A guidarci Gianmaria Acerboni , una guardia ecologica volontaria con l’auto della Comunità Montana per trasportare tutte le attrezzature del fotografo.

L’Arch. Piefermi, tecnico esperto in Analisi e Catalogazione di Edifici Monumentali, mi spiega in cosa consiste questa catalogazione e io illustro agli ospiti tutto ciò che so sulla chiesa e sugli affreschi che suscitano anche in loro, come a tutti i visitatori, grande interesse.

Intanto il fotografo svuota completamente la Chiesa e si mette a pulirla prima di piazzare cavalletti, treppiedi e fari per consentire scatti ottimali.

Giuseppe Giudici http://www.fotogiudici.com/home.php  si dedica da sempre alla fotografia d’arte, d’archeologia e di architettura, specializzato nella fotografia dei beni culturali. Le sue immagini sono presenti in oltre 100 volumi e collabora con importanti Istituzioni culturali.

Per dare corrente alle apparecchiature ci viene in aiuto Cervoni che avvia il generatore che gli Alpini di Monte Marenzo hanno lasciato qui in deposito.

Mentre lasciamo lavorare tranquillo il fotografo l’Arch. Piefermi scatta qualche foto all’interno e all’esterno della Chiesa, incuriosito da alcuni dettagli architettonici originali che ancora emergono dopo la lunga serie di restauri avvenuti nel corso della sua storia.

Al termine del servizio fotografico rimettiamo tutto a posto e scendiamo. Ora aspettiamo il risultato di questa catalogazione che sarà on line non prima dell’inizio del 2015 nella banca dati del S.I.R.Be.C. (Sistema Informativo Beni Culturali della Regione Lombardia) e pubblicata sul portale Lombardia Beni Culturali http://www.lombardiabeniculturali.it/

 

3 Commenti

Santa Margherita catalogata tra i beni architettonici di interesse storico-artistico della Provincia di Lecco e della Regione Lombardia

  1. La guardia ecologica volontaria della Comunità Montana, prezioso collaboratore dell’Ecomuseo Val San Martino, si chiama Gianmaria Acerboni.

  2. Bellissima notizia….ma conoscevamo già il “valore” storico e artistico della nostra chiesetta di S. Margherita ed ora siamo contenti che verrà “riconosciuta” ufficialmente…!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.