Browse By

Un ricordo di Marco Anghileri a Monte Marenzo

Marco Anghileri in un fotogramma tratto da "2177 slm" di Ruggero Meles

Era venerdì 25 febbraio 2005: in sala civica a Monte Marenzo è in programma “Serata Grigna”,  presentazione del video “2177 slm” prodotto dalla Comunità Montana del Lario Orientale segnalato dal 52° film festival della Montagna di Trento 2004. Presenti il regista Ruggero Meles e Marco Anghileri alpinista di Lecco e uno dei protagonisti del video.

Ricordo perfettamente il video dell’amico Ruggero, e ricordo Marco Anghileri quella sera di quasi dieci anni fa. Anghileri era una giovane promessa dell’alpinismo lecchese. Aveva già compiuto diverse imprese nell’arco alpino, faceva parte del “Gruppo Gamma” ed era considerato l’erede di leggendari scalatori come Casimiro Ferrari e Riccardo Cassin.

Era…

Sì era, perché la notizia della sua scomparsa sul Monte Bianco lascia sgomenti tutti.  La caduta di 600 metri mentre stava compiendo l’ennesima impresa: la prima invernale alla via Jori Bardill sul pilone centrale del Freney al Monte Bianco.

Il ricordo va ancora a quella sera, dopo la proiezione del video che lo vede protagonista in alcune ascese, una di seguito all’altra, sulla nostra Grigna meridionale (che misura appunto 2177 metri sul livello del mare). Un bellissimo video di Ruggero, un atto d’amore per questa splendida montagna.

Ricordo gli aneddoti che ci narrarono: Ruggero che filmava un rapace in volo e Anghileri che “aspettava”, appeso da qualche parte e che alla fine dà una voce a Ruggero per sapere se si era dimenticato di lui… le riprese avvenute in due giorni che ripercorrevano la “vera” impresa di Anghileri (ben 8 vie della Grignetta  nello stesso giorno) con la necessità, per esigenze cinematografiche, di salire le vie con lo stesso abbigliamento (in maglietta rossa e maniche corte) del primo giorno di ripresa,caldo e soleggiato, mentre il secondo giorno faceva un freddo cane…

Una serata bella, con lui sorridente e disponibile.

Qui il link alla quinta parte di  “2177 slm” con Marco  Anghileri protagonista

http://www.youtube.com/watch?v=E7eIt0oHYJo

 

Vogliamo ricordarlo così….

Spiace che a soli 41 anni lasci la sua famiglia, i suoi amici e le sue montagne.

2 pensieri su “Un ricordo di Marco Anghileri a Monte Marenzo”

  1. E’ stata una settimana faticosa, Marco è stato un mio compagno di liceo, con lui ho condiviso un pezzetto di vita, anni di scherzi, confidenze, sogni e racconti di sè. In questi giorni in mezzo ai pensieri tristi alla fine ricordarlo mi strappava sempre un sorriso, perchè è sempre stato naturalmente divertente e di una trasparenza disarmante.
    In questi giorni tante cose sono state dette su di lui e la sua morte, cose vere e cose fastidiose, ma questa sera Ruggero Meles, che alla prima del film “Il cielo in me” ha voluto ricordarlo, ha detto che la sua è stata una morte per troppa vita, perchè dentro di lui c’era troppa vita…penso sia vero

Rispondi a Sergio Vaccaro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.