Browse By

25 Aprile 1945, noi c’eravamo, anche prima.

resistenzaSfilano davanti alla videocamera sette testimoni di quel 25 aprile di settant’anni fa. Racconti di vita quotidiana, o di drammatiche esperienze, che contribuirono tra il 1940 – ’45 con altre mille e mille persone a rovesciare il fascismo, dare l’avvio all’Italia repubblicana, a ridare ad un paese guasto e disfatto la dignità, la libertà e la prosperità a lungo sognate.

Questa la trama del docufilm “Sette personaggi che non hanno bisogno di autore”, che verrà proiettato in prima assoluta il 25 aprile prossimo, alle ore 16, nell’Aula consiliare del comune di Olginate.

Un paziente lavoro durato due anni prodotto dall’AUSER Insieme di Olginate, dallo SPI-CGIL della Val San Martino – Olginatese e dal circolo culturale Cento Passi, con il patrocinio del comune di Olginate.

Si è partiti da circa 10 ore di girato – dice Luciano Redaelli dell’AUSER – per montare un’ora di film. L’aspetto difficile è stato proprio quello di dover scegliere le sequenze più significative, per stare in tempi accettabili per una proiezione pubblica, anche se ogni racconto avrebbero meritato di essere proposto nella sua integrità.

Come dargli torto. Le storie spaziano dalla persona deportata in Germania alla ragazza che guardava gli aerei; dal giovanissimo operaio della Breda che aiutò i resistenti portando fuori dalla fabbrica una mitragliatrice, pezzo dopo pezzo nascosti sotto la giacca, al reduce dalla Russia che un nodo di commozione alla gola gli soffoca la parola davanti alla telecamera.

Il film verrà replicato il 29 aprile, alle ore 15, nella sede AUSER di Olginate.

3 pensieri su “25 Aprile 1945, noi c’eravamo, anche prima.”

  1. Grazie a chi ha realizzato questo lavoro!
    Sì sarebbbe bello proiettarlo anche a Monte Marenzo e sarebbe anche bello raccogliere testimonianze di come a Monte Marenzo si è vissuto quel periodo, la guerra, la resistenza, la fine della guerra e il ritorno a casa.
    Grazie a chi ha avuto il coraggio di resistere!

  2. ho letto l’articolo di presentazione del documentario: penso che invoglierà chi lo legge a partecipare alla sua proiezione. Grazie

Rispondi a luciano redaelli Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.