Riceviamo dagli amici dell’Associazione Lo Specchio e pubblichiamo:

Passeggiata panoramica – Pranzo – Cerchio di tamburi e di danze

Domenica 25 giugno per gli amici dell’Associazione Lo Specchio è stata una splendida giornata.

Paolo e Cristina che ci hanno accolti calorosamente alla Forcella Alta del Pertus, presso il loro “Ristoro” attiguo al laghetto e preparato una sistemazione accogliente e al riparo dal sole per il pranzo.

Ci stavano aspettando gli amici del CAI di Bergamo guidati da Filippo Ubiali e i promotori del progetto “Il Battito delle Orobie” giunto alla 7.a edizione.

Insieme abbiamo fatto una passeggiata panoramica sul “Sentiero per tutti” ad utenza ampliata.

Giornata stupenda: anche se il cielo non era limpidissimo si poteva vedere il panorama sui laghi lecchesi e in lontananza si intravvedevano i grattacieli di Milano, inoltre abbiamo potuto godere anche di una temperatura piacevole e di una bella arietta fresca.

A dare ancora più risalto alla giornata è stata la presenza del raffinato banco vendita a scopo solidale dell’associazione “Fiocchi di Neve” di Edda Verderio. Oggetti artigianali, collane, braccialetti, portachiavi, ecc. ecc. Tutti eseguiti a mano con materiale proveniente delle lontane terre tibetane e dai profondi significati tipici della religiosità orientale. Per l’occasione avevano preparato un braccialetto speciale “Pertus” per ricordare la giornata e dedicato al sentiero per tutti.

Dopo il pranzo al sacco, concluso con dolce e caffè, ci siamo raccolti in cerchio accanto al laghetto e il bravissimo animatore del “Drum Circle” – “Il Cerchio dei Tamburi” ci ha coinvolti in un’attività che non avevamo mai sperimentato. Tutti siamo diventati valenti percussionisti, dotati di tamburi, tamburelli, cembali, maracas e vari strumenti musicali da battere, scuotere o suonare al ritmo che l’animatore via via impostava.

Ma il clima di festa è diventato contagioso anche per chi era steso al sole per abbronzarsi, quando ad un certo punto i ragazzi sono stati invitati a porsi, uno alla volta, al centro del cerchio a… dirigere “la banda”. Bellissimo vedere i loro occhi che brillavano mentre erano al centro della scena ed alcuni sono stati veramente abili direttori sapendo alternare il ritmo dapprima cadenzato e poi sempre più veloce fino all’applaudito clou della conclusione!

I ragazzi si sono divertiti tantissimo, erano davvero protagonisti del concerto e anche tutti quelli che, direttamente o indirettamente, sono rimasti coinvolti in questo spettacolo si sono divertiti, trascinati dal ritmo e dal clima di amicizia e simpatia.

Dobbiamo davvero dire grazie a chi ha promosso questa iniziativa così coinvolgente!

 

 

Categorie: Cultura & Scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.