Il nostro film “Un sentiero per tutti”, ha affrontato oggi, per la prima volta, il giudizio di alcuni ragazzi delle scuole medie.

E’ accaduto alla Scuola Caterina Cittadini di Calolziocorte. L’aggancio alla visione del film è stata la gita che i ragazzi di prima media hanno compiuto venerdì scorso, accompagnati da Lorenzo Botti, ex alunno della Cittadini e componente della troupe che ha realizzato il film, insieme ai loro Docenti ed alcuni accompagnatori del CAI di Calolziocorte (qui il link all’articolo e ad alcune foto scattate venerdì scorso).

Ai ragazzi di prima media si sono uniti i ragazzi di terza e il film è stato visto insieme ad uno dei due autori (Sergio Vaccaro, che con Angelo Gandolfi ha scritto la sceneggiatura), a Giorgio Toneatto (che ha curato molte delle riprese video) e Alberto Nava, Presidente dell’Associazione Lo Specchio di Calolziocorte, che da 25 anni si occupa dei problemi dei disabili e che ha prodotto il nostro film con altri partner.

Dopo la visione, abbiamo chiesto ai ragazzi la loro opinione sul film (opinione positiva) e se il video li ha fatti riflettere sulla necessità di un percorso, come il sentiero del Pertus, che possa essere percorso veramente da tutti, a quanti non hanno l’uso della vista, a quanti si spostano su una carrozzina o per genitori col piccolo nel passeggino e per persone non più giovani.

Anche in questo caso le considerazioni dei ragazzi sono state positive e il Sentiero è diventato un pretesto per parlare anche di alcuni problemi che le persone disabili incontrano nelle nostre città.

Un grazie alla Scuola Caterina Cittadini che ci ha ospitato, alla Preside Bianca Ferrari, ai Docenti presenti, agli accompagnatori CAI e a tutti i ragazzi (e grazie a Lorenzo!).

One comment

Il film "Un sentiero per tutti" in visione ai ragazzi della scuola media Caterina Cittadini

  1. Bravo Lorenzo che ha accompagnato i ragazzi sul Sentiero del Pertus. E bravo quando, dopo la visione del film, li ha invitati a fare volontariato, perchè la sua esperienza con “Lo Specchio” e “UPper” è stata bellissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.