I bambini, si sa, sono sempre irrequieti anche se sono seduti. Ma appena Alessandro inizia a leggere accade il miracolo… Un silenzio perfetto scende nella Sala e si è rapiti ed estasiati dalla sua voce e dal racconto….

E’ da ormai otto anni che a Monte Marenzo i bambini di quarta e quinta della Scuola Primaria partecipano al Progetto della Biblioteca “Incontro con l’Autore”.

Il Progetto si colloca nell’ambito del Piano di Diritto allo Studio che prevede la collaborazione tra Biblioteca e Scuola per ampliare l’offerta formativa ai nostri ragazzi.

Non c’è solo l’incontro con l’Autore. Da anni i bambini di tutte le classi, dalla prima alla quinta, e anche i piccoli bimbi della Scuola dell’Infanzia, si recano in biblioteca, accompagnati dalle loro Insegnanti. Cercano tra gli scaffali i libri che più li ispirano e poi a casa si abbandonano al piacere della lettura. Con questo metodo si sono formate generazioni di lettori appassionati.

Un mese prima dell’incontro con l’Autore o l’Autrice (che cambia ogni anno), è sempre Giorgio Personelli ad incuriosire i ragazzi introducendoli alla lettura di alcuni libri. Non è un obbligo. Dopo la lettura i ragazzi non dovranno fare l’analisi del testo, la scheda del libro, descrivere i caratteri dei personaggi… Dovranno semplicemente leggere le storie di quei libri e, se la lettura li incuriosirà, potranno addirittura incontrare l’Autore di quel libro! Con i fondi messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale vengono dati diversi libri agli alunni che in questo mese se li sono scambiati tra loro e hanno potuto leggere testi diversi dello stesso Autore.

E chi è l’Autore di quest’anno?

Ieri i ragazzi hanno incontrato Alessandro Gatti, che ha pubblicato la collana “Candy Circle” (Mondadori) e la serie “I gialli di vicolo Voltaire” (Piemme). È l’autore dei dieci romanzi con protagonista “Klincus Corteccia” (Mondadori) e della serie “Sherlock, Lupin e io” (Piemme), firmata con lo pseudonimo di Irene Adler, che è stata pubblicata in diversi Paesi, tra cui gli Stati Uniti (Capstone Publishers). Insieme a Davide Morosinotto, ha iniziato a pubblicare la serie “Misteri coi baffi” (Piemme). Tra i suoi lavori più recenti ci sono il romanzo “Ossian e Grace” (Mondadori, 2015) e la serie “I Faccioni” (Edizioni EL, 2015).

Alessandro è arrivato a Monte Marenzo accompagnato da Giorgio Personelli ed è stato accolto dalla Presidente della Biblioteca Virginia Vitali. Prima di incontrare i ragazzi si è messo in posa nel giardino della scuola. Giorgio Personelli lo aveva avvertito scherzando, ma non tanto: qui c’è uno dei paesi più belli del mondo con una scuola bellissima, brave Insegnanti e ragazzi fantastici.

E Alessandro ha confermato: dice, scherzando, ma non tanto, che ha girato l’Italia e il mondo (pubblica anche negli Stati Uniti) per il suo “mestiere” di scrittore, e si è divertito tantissimo con loro.

L’occasione è stata quella di costruire una storia insieme ai ragazzi. Come? Dice che scrivere è un po’ come cucinare: bisogna mettere alcuni ingredienti, saperli dosare per bene (evitare di mettere le cipolle nel tiramisù) e infornare…

Da dove partire? Prova a farlo con l’ultimo suo libro “L’enigma blu zaffiro” pubblicato da solo un mese.

Ed è qui che accade il “miracolo” che abbiamo descritto nelle prime frasi di questo articolo.

Alessandro rompe questa magia invitando i ragazzi a proseguire la storia. E loro non si fanno pregare!

La storia non si conclude. Alessandro invita i ragazzi a proseguire la storia del “Club delle vecchiette del 121” (titolo provvisorio) e metterle in una busta gialla. Troveranno in Biblioteca una cassetta postale gialla e le loro storie saranno inviate ad Alessandro che le leggerà e risponderà se “gli ingredienti” della storia si son ben mescolati e il risultato è buono.

L’incontro finisce con una foto ricordo e i ragazzi che assediano Alessandro per farsi mettere una dedica sul loro libro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.