Racconta Danilo Secomandi di Monte Marenzo (testimonianza raccolta da Angelo Fontana).

Mio papà Alfredo lavorava in fabbrica. Il suo hobby era quello di coltivare l’orto fuori casa. Seminava pomodori, melanzane, cetrioli, rosmarino e salvia, zucche e zucchini rampicanti che a volte arrivavano anche a due metri.

Il tutto a km zero, il suo orto era in bella vista, lo vedevano tutti perché era visibile dalla strada.

 La mia soddisfazione ora è quella di essere riuscito a vedere nel mio orto che coltivo a San Gottardo un tromboncino d’Albenga rampicante di quasi  un metro e mezzo , tutti i giorni quando lo vedo mi ricorda mio padre quando li coltivava lui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.