Ieri sera in Sala civica a Monte Marenzo è stato presentato il progetto di monitoraggio e tutela della salute ambientale. Il soggetto promotore è Hidrogest, la società pubblica che attualmente gestisce il ciclo integrato dell’acqua dell’Isola Bergamasca, che comprende anche il nostro comune.

Il sindaco Paola Colombo ha introdotto l’iniziativa presentando il relatore, Marco Donadoni amministratore delegato di Hidrogest s.p.a.

Il sindaco ha sottolineato come attualmente i temi ambientali abbiano assunto una rilevanza fondamentale. Il titolo della serata riassume proprio questo significato: il benessere dell’uomo dipende dalla salute del nostro pianeta. Questa sera, ha continuato, vogliamo illustrare una piattaforma che darà al comune di Monte Marenzo, ma soprattutto ai suoi cittadini, la possibilità di tenere monitorata la qualità dell’aria e in genere dell’ambiente del nostro paese, e permetterà in tempo reale di leggere i dati e intervenire.

Marco Donadoni ha ricordato che lo scorso giugno Hidrogest ha avviato un progetto di monitoraggio ambientale del territorio, assumendo il ruolo di Osservatorio Ambientale, a supporto delle Amministrazioni Comunali per il miglioramento delle condizioni di sostenibilità ambientale e sociale, con l’obiettivo di concorrere al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità dell’ONU.

Quella che stiamo realizzando, ha chiarito l’A.D., è una piattaforma interattiva e collegata in rete con le altre centraline dell’Isola Bergamasca. Tutti i cittadini possono registrarsi e inviare informazioni e foto di emergenze ambientali, compresi i rifiuti abbandonati. Queste informazioni verranno geolocalizzazione e veicolate a chi di competenza per risolvere le problematiche segnalate.

Il progetto vede la collaborazione tra Provincia di Bergamo, Comunità Isola Bergamasca ed Hidrogest e prevede lo sviluppo di una piattaforma di e-governance per il monitoraggio e la sostenibilità del territorio (Q Cumber). L’obiettivo è fornire un servizio di informazione strategica a cittadini, aziende, amministrazioni locale e altri stakeholders sui temi delle problematiche della salute pubblica e dell’ambiente e del loro impatto sul territorio.

La prima fase del progetto (Q Cumber) prevede di abilitare la piattaforma Q-CITY alle Amministrazioni Comunali con una serie di servizi che consentiranno di:

  • gestire le segnalazioni dei cittadini relative a problemi/opportunità del territorio (art. 50

D.Lgs n. 267/2000) pubblicate sulla piattaforma;

  • gestire le segnalazioni di molestie olfattive (art. 272bis D.Lgs n. 152/06 e smi), a supporto di un eventuale attivazione di procedure di cui alla DGR n. 3018/12;
  • dotarsi di un sistema di rilevamento dei dati meteo-climatici sito-specifici del proprio comparto, a supporto di valutazione ambientali nell’ambito di procedimenti di cui alla Parte II del D.Lgs n 152/06 e smi.

One comment

Il benessere delle persone è nella salute dell’ambiente

  1. Crediamo sia interessante lo scambio di osservazioni avvenuto il 16 maggio sulla nostra pagina facebook a commento del nostro articolo, tra Nadir Corti (che gestisce una stazione metereologica a Monte Marenzo inserita in Meteo Val San Martino) e Marco Donadoni A.D. Hidrogest S.P.A.
    Lo riportiamo perché non tutti hanno facebook e i lettori del nostro sito possono avere un’informazione in più:

    Nadir Corti:
    Sul nostro territorio,comune di Monte Marenzo e Valle San Martino,esiste già una realtà ben avviata-strutturata, Meteo Val San Martino riguardo il monitiraggio ambientale:tramite stazioni metereologiche certificate per il rilevamento dati meteo e webcam di monitiraggio visivo per rischio incendi e dissesti idrogeologici!
    Penso che avere sotto mano,in tempo reale,dati pluviometrici(pioggia) e temperature,sia di buon aiuto per il comune;d’inverno ad esempio per la sicurezza strade( salature) e per la prevenzione frane smottamenti vista la conformazione delicata della nostra area!

    Marco Donadoni:
    Buongiorno, seguo quotidianamente la vostra pagina, per quanto riguarda l’attività avviata da Hidrogest i dati meteo sono funzionali solo a valutare le ricadute degli inquinanti sul territorio.
    Le nostre centraline si interfacciano tra loro per calcolare gli impatti cumulativi.
    Saluti
    Marco Donadoni
    A.D. Hidrogest S.P.A.

    Nadir Corti:
    Marco Donadoni immaginavo fossero dati relativi alla qualità di acqua e aria,anche il fatto di coinvolgere il cittadino con proprie segnalazioni, davvero ottimo!
    Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.