SCENDIAMO IN PIAZZA A LECCO IL 15 MARZO!

Anche Fridays For Future Lecco ha deciso di rispondere all’appello di Greta Thunberg organizzando una manifestazione in occasione dello Sciopero Mondiale del 15 marzo.

L’obiettivo è quello di far focalizzare l’attenzione di cittadini e istituzioni sull’urgente tema del cambiamento climatico, per chiedere una riflessione seria sui propri stili di vita e un’attuazione rapida e decisa delle politiche atte a ridurre le emissioni e a promuovere un modello economico circolare.

Invitiamo tutti a partecipare, soprattutto studenti e giovani, principali vittime delle scelte pigre e poco lungimiranti di ieri e di oggi.

Fridays For Future (o FFF) e School Strike 4 Climate sono movimenti apolitici freschi ed energici che si autogenerano da passaparola online e hashtags. Il loro volto è quello pulito e innocente di Greta Thunberg, la sedicenne svedese che ha iniziato questo sciopero della scuola per il clima. Da agosto, ogni venerdì, Greta si reca davanti al Riksdag, il Parlamento nazionale di Svezia, con il suo cartello Skolstrejk för klimatet, ovvero Sciopero della scuola per il clima. In pochi mesi queste manifestazioni diventano virali e, nel mondo, gli studenti, spesso supportati anche dai professori più illuminati, iniziato ad imitare le sue gesta, fino alla formazione di gruppi come il FFF.

Le nuove generazioni vedono un futuro sempre più oscuro. Un futuro in cui città come Venezia saranno sommerse. Bellezze come la Grande Barriera Corallina non esisteranno più. Animali come gli orsi polari saranno estinti. Milioni di persone fuggiranno da siccità, carestie, epidemie. E molto altro….

TUTTO QUESTO SE NON AGIAMO SUBITO!


L’ULTIMO APPELLO DEGLI SCIENZIATI
L’ultimo rapporto IPCC afferma l’urgenza di contenere il riscaldamento globale entro +1,5 °C. Per farlo, dobbiamo dimezzare le emissioni globali di CO2 entro il 2030, e azzerarle entro il 2050. Un compito titanico.

CHE COSA POSSO FARE?
Serve una rivoluzione culturale, sociale, economica e politica. Un cambio di paradigma.
Dobbiamo smettere di pensare solo a noi stessi e ai nostri bisogni immediati. Dobbiamo pensare che tutto ciò che facciamo ha un impatto, e agire secondo ciò che è bene anche per gli altri e per questo mondo.

Dobbiamo pretendere che chi ci governa agisca per il bene comune e che le imprese, come ad esempio quelle legate ai combustibili fossili, smettano di danneggiare il pianeta.

Sono decenni che gli scienziati sanno cosa comporta emettere gas serra nell’atmosfera, ma fino ad ora non sono stati ascoltati abbastanza.

È tempo di cambiare rotta e agire. E anche in fretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.