Care socie e amiche, cari soci e amici.

La situazione in cui da diverse settimane ci troviamo è senza dubbio, anche per noi, strana. Da oltre due anni portiamo avanti un progetto di comunità e ci impegniamo affinché più persone possibili possano riconoscere nel circolo uno spazio ospitale in cui partecipare, stare insieme e sentirsi parte di un percorso comune. Una così lunga chiusura va, indubbiamente, a ledere la nostra idea di socialità e condivisone. 

Pensiamo alle tante persone incontrate dall’apertura dello sportello d’ascolto AscoltArci, che per vivere si dividono tra percorsi di cura di anziani e minori, pulizie e altre forme di lavoro che non  sempre, seppur normate, hanno un adeguato riconoscimento economico e sociale. Spesso sono donne, con figli a carico che, ancor più durante la chiusura del sistema scolastico, sono costrette a dividersi tra la famiglia, il lavoro e i propri affetti.

Allo stesso modo, ci rammarica pensare agli amici e alle amiche impegnate, con fortissimo stress, presso gli ospedali pubblici, a cui va tutto il nostro sostegno e riconoscimento per il lavoro in atto.

Al contempo riteniamo doveroso il principio di responsabilità che la nostra comunità è chiamata a condividere. Non ci sogneremmo minimamente di violare un decreto, come quello apparso ieri sera, solo per il “semplice” motivo di riunirci, ma non possiamo astenerci dal dire che la mancanza delle relazioni di prossimità ci renderà ancora più soli e impauriti. Paura che, lo vediamo tutti i giorni a livello politico, è troppo spesso un buon strumento di controllo che fomenta discorsi che poco hanno da spartire con il senso e l’idea di comunità per cui ci battiamo.

Proprio per contrastare questo sentimento e per incontrarci idealmente, stiamo pensando di utilizzare lo spazio esterno del circolo per inviare messaggi fisici di conforto, supporto e vicinanza.

L’emergenza in atto impegna tante forze, energie e preoccupazioni ma non vogliamo smettere di interrogarci su ciò che succede attorno a noi, non vogliamo smettere di informare e approfondire, come quotidianamente facciamo attraverso gli incontri al circolo.

Proprio per questo non potevamo dimenticarci della giornata internazionale della donna; oggi abbiamo inaugurato questo canale alternativo di discussione, con uno striscione dedicato a tutte le donne che lottano per un mondo più equo, giusto e per tutti quei diritti violati per censo e genere.

Lotto marzo tutti i giorni non può essere solo uno slogan; per noi, volontari e volontarie di Spazio Condiviso, il domani lo si costruirà nel rispetto della madre terra e nella profonda condivisione di intenti. Il nostro vuole essere un “corpo sociale”, sul quale esporremo tutto il nostro desiderio di agire contro chi sfrutta e chi vuole relegare la questione di genere a costume passeggero.

Dal movimento femminista internazionale ci vogliamo appropriare anche delle parole “il personale è politico”. Proprio per dare corpo a quella citazione cercheremo, come volontari e volontarie, di essere Spazio Condiviso anche al di fuori del circolo stesso. Donne e uomini tutt* hanno il dovere di dimostrare che un mondo nuovo è possibile soprattutto nelle scelte che si compiono tutti i giorni.

Buon 08 marzo a tutti e buona festa internazionale della donna!

Infine, riteniamo che la solidarietà sia lo strumento privilegiato ad affrontare anche questo momento di fatica. Ci stiamo organizzando per essere attivi e rispondere a particolari bisogni del territorio e della comunità che lo abita, nel rispetto dei limiti e delle attenzioni che ci vengono doverosamente imposte dai decreti.

Spazio Condiviso non è solo il vostro circolo, è il modo che noi utilizziamo per condividere, con chi ci circonda, percorsi reali di partecipazione, inclusione e corretto utilizzo del tempo libero. Ci definiamo circolo di comunità per il nostro spirito di servizio e attenzione agli altri, cerchiamo di mettere anima e cuore in un progetto che ha nella democrazia di base e nel mutuo ascolto i propri punti di forza.

Chi volesse comunicare con noi, inviarci pensieri, riflessioni, approfondimenti tematici o particolari richieste può contattarci alla nuova mail segreteria@spaziocondiviso.net. E’ nostro interesse continuare a divulgare tra tutti i soci e le socie informazioni e approfondimenti sulle tematiche che da sempre ci stanno a cuore.

Un abbraccio virtuale,

le volontarie e i volontari di Spazio Condiviso

Categorie: Cultura & Scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.