Spett. le Redazione, 

Con la presente inviamo nominativi vincitori e foto del gruppo dei partecipanti della 17° Mostra Presepi Natale 2019 a Concorso, svoltasi nel periodo  natalizio presso la  Vecchia Chiesa di Sala di Calolziocorte, organizzata dal Gruppo Dimensione Cultura della parrocchia di Sala di Calolziocorte.

Ben 26 i piccoli capolavori in concorso, realizzati da semplici appassionati provenienti da tutto il territorio, ai quali si sono affiancati a parte 18 diorami messi in mostra grazie al patrocinio dell’Associazione Culturale Don Renato Mazzoleni di Cisano Bergamasco e creati invece da esperti con grande maestria e passione, pervenuti da tutta la Lombardia e Veneto.

Inaugurata alla Vigilia di Natale, l’esposizione si è conclusa nella giornata di  domenica 6 gennaio festa dell’Epifania.

Domenica  sera 5 gennaio la premiazione di tutti i partecipanti, ai quali è  stato consegnato un attestato di partecipazione e  un premio in base alla classifica.

17^ MOSTRA PRESEPI NATALE 2019 A CONCORSO

La fine delle feste natalizie ha svelato i nomi dei vincitori della diciassettesima mostra dei presepi a concorso organizzata dalla Parrocchia di Sala in collaborazione con il Gruppo Dimensione Cultura.

Anche quest’anno l’esposizione ha riscosso un grande successo, richiamando centinaia di grandi e piccoli visitatori che hanno avuto la possibilità di votare la propria opera preferita, eventualmente lasciando anche un messaggio per spiegare le ragioni della propria scelta.

“Partendo dal vostro cuore e dalla vostra sensibilità avete creato quello che per voi è il Natale. Il presepe non è solo un simbolo ma è ciò che ci permette di descrivere la storia di Dio che viene in mezzo a noi.

Vogliamo ringraziarvi di cuore per aver partecipato e aver dato vita ad un’altra edizione arricchita anche dalla presenza dei diorami, ovvero presepi in proporzione che suscitano meraviglia solo a guardarli”.

Con queste parole gli organizzatori hanno dato inizio alla cerimonia di premiazione tenutasi nella serata di domenica 5 gennaio.

Presente anche Don Luca Casali sempre entusiasta di portare avanti la tradizionale mostra natalizia: “Il presepe è un’opera spirituale e l’emozione che suscita in noi deve muovere le corde del nostro spirito. Per questo ringrazio sia i volontari sia i partecipanti che mi permettono ogni anno di vivere questa esperienza spirituale”.

E così i numerosi visitatori che negli scorsi giorni hanno espresso la loro preferenza hanno decretato come vincitori Franco Butti che sale sul gradino più alto del podio con il suo presepe ambientato tra i sassi di Matera, Giovanni Bonacina invece sale sul secondo gradino con la sua versione della natività ambientata in una casa di campagna ed infine come terzo classificato Carlo Losa con una creazione a tre livelli la cui luminosità e atmosfera non ha di certo lasciato indifferenti gli spettatori.

Tutti i partecipanti hanno comunque ricevuto gli applausi di tutti i presenti alla cerimonia di premiazione per la maestria dimostrata nelle loro creazioni, nella maggior parte dei casi davvero uniche e certosine.

Ai piccoli capolavori in concorso, realizzati da semplici appassionati provenienti da tutto il territorio, si sono affiancati 18 Diorami messi in mostra grazie al patrocinio dell’Associazione Culturale Don Renato Mazzoleni e creati da esperti con grande maestria e passione venuti da tutta la Lombardia e Veneto.

1° CLASSIFICATO

realizzato da Franco Butti

2° CLASSIFICATO

realizzato da Giovanni Bonacina

3° CLASSIFICATO

realizzato da Carlo Losa

Nel  ringraziarVi  per la disponibilità che ci accordate, Vi porgiamo  i nostri migliori auguri di Buon Anno.

Gruppo Dimensione Cultura   

Sala di Calolziocorte   

One comment

Classifica finale Mostra Presepi a concorso Sala di Calolziocorte 2019

  1. Sarebbe utile pubblicare anche le foto dei presepi vincitori…ho visitato la mostra…e votato .ma mi piacerebbe anche sapere se il mio voto ha contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.