Dopo settimane di freddo intensissimo, il 13 gennaio 1985 cominciò a nevicare e continuò per 72 ore.

Dopo 35 anni, dall’archivio di Angelo Fontana, riemergono queste foto che raccontano bene come Monte Marenzo fu seppellito sotto una coltre tra gli 80 e 90 centimetri. Si spalava ovunque e la neve – nelle strade rimossa anche con la pala meccanica – non si sapeva più dove buttarla (il nostro fotografo dice trasportata anche con l’autocarro e rovesciata nell’Adda).

Sempre Angelo, ci ha inviato le foto accompagnandole con un suo pensiero: Che bei momenti, un po’ di fatica per chi doveva spostarsi con la macchina per andare al lavoro, ma era bello, si vedeva bianco dappertutto.

Se volete mandarci foto e testimonianze saremo felici di pubblicarle.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.