Serata all’insegna del teatro e della solidarietà ieri sera all’Oratorio.

In programma “Sogno d’una notte di mezza sbornia”, testo teatrale di Euardo de Filippo messo in scena dalla Compagnia Garlateatro. Una commedia non notissima del grande drammaturgo napoletano perché non molto rappresentata. Lo ha spiegato il regista Maurilio Viganò che ha presentato lo spettacolo, scusandosi se, nell’intervallo tra un tempo e l’altro, non essendoci il sipario, avremmo visto in diretta il cambio delle scene e un po’ di confusione sul palco.

In realtà quel piccolo problema ha fatto apprezzare maggiormente lo spirito del teatro amatoriale, dove regista e attori, oltre a recitare, allestiscono le scene.

La serata era nel programma della Maratona Telethon 2011.  Nell’intervallo Angelo Fontana per la Polisportiva di Monte Marenzo e per UILDM Lecco ha ricordato i 20 anni della gara di solidarietà partita proprio da Monte Marenzo e che ha inanellato una serie record nella raccolta fondi per far crescere la ricerca scientifica sulle malattie genetiche.

Divertente la commedia e bravissimi gli attori, primo fra tutti il protagonista Don Pasquale (Fabio Spreafico). La scheda della commedia la trovate qui http://www.unpaeseperstarbene.it/2011/%E2%80%9Csogno-d%E2%80%99una-notte-di-mezza-sbornia%E2%80%9D-teatro-per-telethon-in-oratorio/.

La commedia di ieri ha concluso la minirassegna di tre opere teatrali organizzata in Oratorio e proposta da Anna Maria Scapolo, appassionata sostenitrice del teatro amatoriale. E’ grazie a questa passione che abbiamo avuto la possibilità di assistere a numerose opere teatrali ed apprezzare l’entusiasmo di persone non professioniste che amano il teatro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.