direttivo_web_P1040787_1

Presidente: Sergio Vaccaro

Comitato direttivo:

 

  • Cinzia Mauri
  • Lorenza Panzeri
  • Marilena Chiari
  • Andrea Mangione
  • Cristina Melazzi
  • Sergio Vaccaro

Tesoriere:

  • Giuseppe Dell’Oro

Revisore dei conti

  • Ornella Chiari

Collegio dei Probiviri:

  • Carmen Sorrentino
  • Gianni Cattaneo
  • Valentina Chioda

One comment

Upper

  1. Gentile redazione di Upper,

    ho letto con divertimento l’articolo che mi cita a proposito di Monte Marenzo. Voglio sperare che fosse ironico, perché se davvero l’autore si è offeso per la palese BATTUTA da me pronunciata nella diretta dell’8 aprile allora siamo alla canna del gas. O più semplicemente all’analfabetismo funzionale più spinto, e non mi sembra proprio il caso di chi ha scritto il (bel) pezzo.
    Ho citato Monte Marenzo perché, come viene riportato nell’articolo, è il paese del mio caro amico Simone Rota. Lo conosco da dieci anni, abbiamo fatto insieme 400 date teatrali e il nostro “sfotterci” bonariamente sui rispettivi luoghi natali (sono di Arezzo) rientra in uno dei tanti giochi che tutti gli amici fanno. La mia citazione voleva fare pubblicità (come infatti è successo) a Monte Marenzo. Non certo suonare come diminutio.
    Conosco molto bene Monte Marenzo, ci sono stato più volte, ora in treno (stop a Calolziocorte, poi veniva Simo a prendermi in auto) e ora con mezzi miei. Ho messo in scena lo spettacolo su Giorgio Gaber, di cui Simo è regista, a due passi da lì nel 2013 (Cisano Bergamasco). E’ una terra che conosco bene, che adoro e che trovo meravigliosa nel suo essere splendidamente fuori dal mondo. Non escludo di scoprirla meglio con una delle mie Triumph e/o Harley. Aggiungo che, anche nei miei libri, quando scrivo che “un luogo non esiste” non è certo una critica: anzi, è una sottolineatura di come quel luogo sia così “irreale” e “fuori dal tempo” (sono complimenti) da sembrare “non esistente”. Per ulteriori conferme di ciò, vi basta leggere il mio “Con i piedi ben piantati sulle nuvole” (Rizzoli 2018).
    Davvero c’era bisogno di sottolineare l’ovvio? Via, su 🙂
    Godetevi la vostra splendida realtà. Tenetevela stretta. E buona fortuna!

    Andrea Scanzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.