Browse By

Lo stato dell’ambiente in provincia di Lecco: Monte Marenzo promosso

Nei giorni scorsi la provincia di Lecco ha pubblicato, a distanza di 8 anni dalla precedente, una Relazione analitica sullo Stato dell’Ambiente in provincia di Lecco.

Tale documento, suddiviso per aree tematiche (aria e agenti fisici, suolo e territorio, risorse idriche, energia, rifiuti, natura e fauna), rappresenta anche l’occasione per una riflessione generale sulle principali problematiche ambientali del nostro territorio, che lasciamo al comunicato stampa della provincia.

http://www.provincia.lecco.it/ambiente/pubblicazioni-2/

Da una prima rapida analisi della relazione (si tratta di un tomo di più di 230 pagine), scoviamo subito alcuni dati interessanti per Monte Marenzo.

Il nostro paese si posiziona al sesto posto nella classifica dei comuni in fatto di raccolta differenziata (dati riferiti all’anno 2010): raggiungiamo un ottimo 71.6%, contro il 74.5% di Monticello Brianza che rappresenta l’eccellenza provinciale.

Sapevamo già dall’esito del concorso promosso da Legambiente

(http://www.unpaeseperstarbene.it/2011/comuni-ricicloni-monte-marenzo-e-al-4%c2%b0-posto-in-provincia-di-lecco/)

di essere tra i comuni più virtuosi in termini di politiche sui rifiuti, e la graduatoria provinciale non fa altro che confermarlo. E’ ora necessario proseguire con iniziative mirate a ridurre il numero di rifiuti prodotti: ciò si è già concretizzato con l’adesione alle campagne di “Porta la sporta” e, soprattutto, con l’installazione della Casetta dell’acqua.

Un’altra classifica in cui il nostro paese ben si difende è quella legata alle installazioni di impianti fotovoltaici.

Monte Marenzo dispone di  28 impianti installati, corrispondenti ad una potenza totale di 318.5 kW e una potenza procapite di 159.73 W/abitante (dati comunali al 30.09.2011). Questo ci consente di classificarci al quinto posto in tutto il territorio provinciale.

L’ottimo risultato è frutto dell’attenzione alle questioni ambientali ed energetiche dei cittadini di Monte Marenzo, visto che gli edifici pubblici non sono ancora dotati di nessun impianto (anche se è in fase di definizione l’installazione di un impianto da 30 kW sui tetti della scuola primaria).

Questa attenzione si era già manifestata in occasione del referendum dello scorso giugno quando il 64.15%  degli aventi diritto è andata a votare per dire in stragrande maggioranza (92.3%) no al nucleare e quindi si alle rinnovabili: è proprio il caso di dire che i cittadini di Monte Marenzo passano dalla teoria alla pratica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.