“Che il territorio bergamasco sia forte di sito dalla parte di Ponente, Vostra Eccellenza Illustrissima l’haverà benissimo compreso, onde ogni poco che questa fortezza naturale sia aiutata dall’arte, si può sperare di renderlo da quella parte impenetrabile al nemico.

Se dunque si farà una buona tricera sopra Vercurago, et venendo a basso si faranno qualche traverse alle bocche delle valli del Monte Marenzo et di sotto Bisone, et, arrivando all’incontro di Cisano, si guardarà il monticello di Ceregallo, il qual domina tutte le strade della Valle San Martino, di Pontida et di Brevio, credo che li populi di detta Valle, huomini bellicosi et interessati per se soli saranno bastevoli a diffendersi da qual si voglia incursione”.

 

Con questa citazione di un documento del 1616 si apre la Guida Ecomuseale “La valle dei castelli” curata dal Prof. Fabio Bonaiti, Direttore dell’Ecomuseo della Valle san Martino.

La citazione, piena di riferimenti locali, è particolarmente piaciuta a chi è convenuto ieri pomeriggio al Monte di Santa Margherita ed ha assistito ad una erudita ed interessante “lezione sul campo” del Prof. Bonaiti proprio nel luogo che è stato oggetto di lunghe ricerche e di una campagna di scavo che ha messo in luce i resti  del “castrum” di Santa Margherita.

I visitatori, già dal mattino, hanno potuto visitare la chiesetta romanica di Santa Margherita ed ammirarne gli affreschi, accompagnati dai volontari della Biblioteca e di UPper, nell’ultima domenica di apertura estiva della 4^ edizione di “Alla scoperta di un gioiello tra i boschi”, e poi, sotto la guida del Prof. Bonaiti, hanno seguito con estremo interesse la geografia e la storia della “valle dei castelli”, così può essere ben definita la Valle San Martino, tante sono le fortificazioni, le torri e le “case forti” ancora oggi visibili nel nostro territorio.

La presenza del Direttore dell’Ecomuseo è stata preziosa anche per un primo contatto che dovrà mettere in relazione tutti i soggetti interessati (Parrocchia, Comunità Montana, Amministrazione di Monte Marenzo, Biblioteca, Gruppo Alpini e altre Associazioni o singoli volontari) per definire un progetto di conservazione e valorizzazione del Monte di Santa Margherita.

Presentazione della Guida Ecomuseale
Lezione sul campo del Prof. Fabio Bonaiti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.