Browse By

Un consiglio comunale tra pregiudiziali e nervosismo per non discutere l’ordine del giorno sul caso Malighetti

Il Consiglio Comunale di ieri sera, venerdì 10 febbraio 2012 a Monte Marenzo, ha registrato uno scontro durissimo tra i consiglieri di maggioranza e la minoranza al quale ha assistito una buona presenza della nostra cittadinanza.

La minoranza ha innanzitutto sollevato una pregiudiziale in merito all’avviso di convocazione del consiglio perché non era specificato se la seduta era ordinaria o straordinaria. Inoltre la capogruppo Anna Maria Mangili ha affermato che l’avviso di convocazione ai cittadini era stato posto in bacheca solo il giorno precedente e non 48 ore prima come prevede il regolamento.

La Segretaria Comunale ha chiesto allora una sospensione per e verificare con il Sindaco ed il vicesindaco la correttezza formale della convocazione.

Mentre si attendeva la verifica il Consigliere Angelo Gandolfi ha colto l’occasione per dichiarare al Consiglio che qualunque scusa addotta dalla minoranza non avrebbe impedito la discussione dell’Ordine del giorno da lui presentato in merito alla vicenda del consigliere Christian Malighetti che, giorni fa, si è reso protagonista di una vicenda già nota ai lettori del nostro sito, ovvero la sua presa di posizione a favore del regime fascista http://www.unpaeseperstarbene.it/2012/il-consigliere-malighetti-insieme-si-puo-%E2%80%93-lega-nord-inneggia-al-fascismo-si-deve-dimettere/

Sì perché questo stava avvenendo, cercare di non discutere l’argomento e non far prendere una posizione al Consiglio Comunale.

Alla ripresa dei lavori, dopo una decina di minuti, la segretaria ha comunicato al Consiglio che la convocazione era assolutamente regolare in quanto trasmessa il giorno 3 febbraio e che la seduta era da ritenersi ordinaria considerato che non era stato specificato che la seduta fosse straordinaria. La segretaria ha inoltre chiarito che il decreto Brunetta sulla semplificazione degli atti amministrativi obbliga alla pubblicazione dell’avviso sul sito del Comune. Cosa avvenuta sempre in data 3 febbraio.

 

A questo punto il consigliere Malighetti poneva un’altra pregiudiziale, cioè che non si era votata la prima pregiudiziale della minoranza. Il sindaco poneva allora il voto sulla prima pregiudiziale che veniva respinta (4 voti a favore, la minoranza e l’Assessore Franco Rota, e 6 voti contrari, la maggioranza).

 

Finalmente il Consiglio poteva affrontare il primo punto all’ordine del giorno, la presentazione del bilancio comunale 2012.

L’Assessore Ornella Chiari ha illustrato il bilancio preventivo nei termini già descritti sul nostro sito (http://www.unpaeseperstarbene.it/2012/bilancio-e-opere-pubbliche-a-confronto-con-i-cittadini/). Al termine della spiegazione non c’è stato nessun intervento da parte dei consiglieri comunali.

 

La minoranza poneva allora un’altra pregiudiziale sull’ordine del giorno del Consigliere Gandolfi perché non era chiarito l’oggetto dello stesso e, a parere della minoranza, non si capiva cosa si doveva votare. Inoltre si è pure ipotizzato, da parte della capogruppo Mangili, l’opportunità di discutere l’argomento a porte chiuse vista che è coinvolta una persona.

 

Altra sospensione chiesta dal Sindaco.

Mentre si è in sospensione il consigliere Angelo Gandolfi si pone di fronte al pubblico e legge ai presenti il suo ordine del giorno: odg_questione_malighetti

 

La lettura è stata accolta da applausi da una parte del pubblico e, vista l’irritualità, con molta tensione da parte della minoranza.

Angelo Gandolfi infine spiazza tutti proponendo di accettare la pregiudiziale di rimandare l’argomento ad altro consiglio.

 

Riteniamo sia opportuno che il tema venga affrontato nella sua reale sostanza e in un clima più disteso e sereno.

2 pensieri su “Un consiglio comunale tra pregiudiziali e nervosismo per non discutere l’ordine del giorno sul caso Malighetti”

  1. e questi sono coloro che fanno opposizione nell’interesse del paese?complimenti!!!!,che vergogna difendere colui che ha fatto questa cosa così brutta.

  2. Due precisazioni:
    1 -la seconda pregiudiziale (richiesta di votazione sulla prima pregiudiziale) è stata posta in votazione dopo l’illustrazione del bilancio da parte dell’assessore Ornella Chiari;
    2 – la mia richiesta di accettare la pregiudiziale della minoranza sul secondo punto dell’o.d.g. (questione Malighetti)è perché sull’o.d.g. non era indicato l’oggetto del contenuto come prevede il regolamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.