Sabato affollato a Casa Corazza. Nelle salette i concentratissimi giocatori del torneo di scopa liscia, mentre nel salone un nutrito gruppo di ragazzi, decisamente più festosi e chiassosi, a ricordarci che questa è la notte di Halloween.

Per la verità i travestimenti erano in netta minoranza e a farla da protagonista, più che le paurose maschere di Scary Movie, dello scheletro e dei cappelli a punta delle streghe, è stata l’abbondante merenda che l’AUSER di Monte Marenzo ha offerto ai ragazzi. Questi, non hanno avuto bisogno di minacciare “dolcetto o scherzetto” per essere riforniti di tante cose buone da sgranocchiare e sorseggiare.

E’ seguito un piccolo laboratorio di disegno sotto l’attenta guida delle educatrici di Mosaico, promotrici e animatrici della festa.

La festa di Halloween, sbarcata qui da noi dall’America Settentrionale oltre vent’anni fa, ha perso per strada molto del suo fascino per il macabro e l’horror, forse oscurata da una realtà quotidiana non meno raccapricciante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.