Browse By

I ragazzi delle medie “A. Manzoni” provano “A ruota libera”, il percorso di accessibilità urbana e disabilità

L’obiettivo di “A ruota libera” è quello di sensibilizzare le persone sul tema della disabilità e l’accessibilità urbana. Si vuole cioè far capire che la città deve essere vissuta da tutti, senza le barriere che impediscono la mobilità delle persone.

Obiettivo pienamente raggiunto ieri a Calolziocorte, in Piazza Vittorio Veneto, dove in mattinata le classi della seconda media A. Manzoni di Lecco hanno potuto sperimentare un percorso con le carrozzine o bendati.

E’ il terzo anno che questa iniziativa viene proposta: nel 2015 a Calolzio,

http://www.unpaeseperstarbene.it/2015/e-una-questione-di-liberta/

http://www.unpaeseperstarbene.it/2015/a-ruota-libera-fotoracconto-di-giorgio-toneatto/

nel 2016 a Vercurago e a Cisano Bergamasco

http://www.unpaeseperstarbene.it/2016/a-ruota-libera-per-capire-la-disabilita/

http://www.unpaeseperstarbene.it/2016/costruiamo-una-comunita-accogliente-il-messaggio-di-a-ruota-libera-a-cisano-bergamasco/

con la “regia” di Pamela Maggi, architetto, tra gli organizzatori dell’evento, insieme agli amici dell’Associazione “lo Specchio” di Calolziocorte. Una iniziativa all’interno del programma del Maggio Calolziese come ha ricordato il Vicesindaco di Calolziocorte, Massimo Tavola.

I ragazzi delle scuole medie avevano già affrontato l’argomento in classe durante la “Settimana dei valori” http://www.unpaeseperstarbene.it/2017/soggettiva-h-alla-settimana-dei-valori-2017/ guardando il video “Soggettiva h”, prodotto proprio dall’Associazione Lo Specchio e che ha visto anche la collaborazione della nostra associazione UPper. E ieri i ragazzi hanno potuto provare il percorso predisposto dai tanti volontari presenti dell’Associazione Lo Specchio e con gli ausili messi a disposizione da “Ortopedia Castagna” di Lecco.

Così, sempre seguiti, dai volontari, i ragazzi hanno capito le difficoltà di affrontare gli ostacoli trovandosi temporaneamente su una carrozzina, oppure hanno aiutato i propri compagni spingendoli. Altri hanno voluto provare le difficoltà di muoversi senza la possibilità di vedere, accompagnati da un compagno e con l’aiuto di un bastone. Una esperienza che ricorderanno a lungo e che gli ha permesso di essere consapevoli che ogni ostacolo può essere superato con l’aiuto degli altri o, anzi, è ancor meglio vivere in una città senza barriere.

I ragazzi hanno anche avuto modo di visitare l’esposizione di disegni della scuola primaria del Pascolo inerenti la disabilità, e sperimentare il furgone dell’Auser di Monte Marenzo, con l’autista Giulio che gli ha mostrato il procedimento di carico della sedia a rotelle sul veicolo e di provare le attrezzature necessarie per poter viaggiare in sicurezza in auto.

Infine un incontro “speciale” con Nicola Grassi che convive sulla carrozzina ma che ciò non gli ha impedito di fare tantissimi sport: il nuoto, il tennis, il basket e il sitting volley. Un vero campione!

Nella galleria fotografica di Giorgio Toneatto alcuni momenti di “A Ruota libera 2017”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.