All’altro capo del filo (prima dei cellulari si scriveva così) c’è Lorenzo.

“Ciao Lorenzo, ti telefono da Monte Marenzo. Ci siamo allarmati perché vi sapevamo in partenza per la crociera nel Mediterraneo Orientale…”

“No, guarda, non eravamo ancora saliti. Stavamo praticamente con le valige in mano in attesa che sbarcassero i passeggeri della precedente crociera. Ci hanno avvisato che la nave aveva avuto un incidente nel canale e dovevamo aspettare notizie.

Siamo andati sulla banchina a dare un’occhiata e devo dirti che sono rimasto impressionato.

La MSC Opera è gigantesca, con qualche graffio sulla fiancata, mentre la barca fluviale investita, ormeggiata di fianco all’imbarcadero, sembra piccolissima. Sembra, perché in realtà quest’ultima è pure lei di notevoli dimensioni.

Ora stiamo facendo un giro per Venezia in attesa di disposizioni. La notte scorsa alcuni operai si affannavano sulla fiancata della nave a lavorare di fiamma ossidrica, poi penso devono sistemare i comandi avariati. Non so quando, o meglio, non so se partiamo per la nostra prima crociera.”

E’ andata proprio così. Il viaggio del nostro amico Lorenzo di Monte Marenzo, con la moglie Manuela e il figlioletto Achille è finito prima di cominciare. La Balena Bianca, il gigante dei mari aperti, miseramente incastrato nei canali di Venezia.

La clip è di Lorenzo Lambrucchi.

Categorie: Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.