Una scommessa vinta quella del teatro a Santa Margherita.

I successi a volte avvengono per caso. Il più delle volte bisogna costruirli.

L’ottima riuscita del teatro che si è fatto ieri a Santa Margherita, si è realizzato  mettendo in fila tante iniziative e grazie alla disponibilità di tante persone.

Partiamo da qualche settimana fa. La Biblioteca (in primis Elisa, Cristina e Cinzia) è riuscita ad inserire questo evento nella rassegna provinciale “I luoghi dell’Adda”. Molti dei visitatori di ieri lo hanno saputo attraverso il programma  che circola nelle biblioteche o attraverso i richiami sui giornali locali o in internet. http://www.unpaeseperstarbene.it/2012/i-luoghi-delladda-2012/

Un’altra intuizione è quella di avere studiato una rassegna teatrale “Teatral’Monte” che si svolgesse nei luoghi caratteristici del nostro comune. http://www.unpaeseperstarbene.it/2012/teatralmonte-teatro-per-tutti-i-gusti-a-monte-marenzo/

E come non esordire a Santa Margherita, il luogo più magico, in concomitanza con le aperture estive della 4^ edizione di “Alla scoperta di un gioiello tra i boschi”?

http://www.unpaeseperstarbene.it/2012/alla-scoperta-di-un-gioiello-tra-i-boschi-4-edizione/

Però la chiesetta è sperduta nel bosco, bisogna camminare mezz’ora per arrivarci, la gente, con questo caldo dovrà dissetarsi, trovare un posto per sedersi a riposare…

Allora viene utile il gioco di squadra.

Cominciano gli Alpini (Elio in primis), che danno una pulita intorno alla chiesa e portano delle belle sedie pieghevoli in legno, in sostituzione delle brutte sedie di plastica e fòrmica che erano nella chiesa. Elio porta anche i pannelli esplicativi con le immagini degli affreschi trafugati che serviranno poi per la visita guidata.

Poi entra in azione l’Assessore Renato Greppi che di buon mattino (si è già alzato all’alba per un turno di pattuglia come volontario di guardia ecologica) porta alcuni litri di acqua fino alla chiesa.

Intanto Cinzia e Sergio (come poteva mancare UPPer?) hanno preso le chiavi in Parrocchia (che ringraziamo) da Don Giuseppe (che ha già detto durante la Messa dell’apertura della chiesa).

Cinzia e Sergio stanno lì tutto il giorno, ad accogliere i visitatori e a guidarli sul sito archeologico e a vedere gli affreschi della chiesa.

Poi arriva Valerio Bongiorno, con gli amici del Teatro Invito. Lo spettacolo in programma non si può fare per un lutto di un interprete. Valerio però è pronto a raccontare delle storie e a suonare la sua chitarra.

Intanto salgono al Monte tantissime persone. Alcuni sono lì già dal mattino e hanno fatto picnic sotto gli alberi. Molti sanno del teatro, alcuni arrivano da Cisano dall’altro sentiero per una passeggiata e trovano la bella sorpresa della chiesa aperta e lo spettacolo che comincia.

Le visite guidate si interrompono. Valerio inizia a raccontarci storie buffe e divertenti. Coinvolge i bambini e gli adulti. Canta e suona. Bravissimo!

Gli applausi sono strameritati.

Poi un gran numero di persone (di Monte Marenzo e da tutta la provincia) entra in chiesa per l’ultima visita guidata, ad ascoltare Cinzia Mauri, il nostro Assessore alla cultura, che con la sua competenza di restauratrice spiega le tecniche dell’affresco e descrive i riquadri pittorici sulle pareti e illustra le immagini degli affreschi rubati.

Il gioco di squadra si fa anche con i visitatori che aiutano poi a mettere tutto a posto per lasciare il Monte di Santa Margherita come lo si è trovato e come si vorrebbe trovarlo sempre.

I bambini hanno giocato tutto il giorno tra gli alberi. La gente sciama verso valle, chiede quando sarà la prossima data di apertura e quando e dove si farà di nuovo teatro.

Il silenzio torna sul monte e nella chiesa.

Il portone della chiesa si chiude a custodire quegli splendidi affreschi di tanti secoli fa.

 

(Nella galleria fotografica a fianco, alcune immagini scattate da Adriano Barachetti)

One comment

Successo del teatro a Santa Margherita (e delle visite guidate)

  1. Bello!
    E bisognerà aggiongere tra le proprietà taumaturgiche di
    S. Margherita la guarigione del mal di schiena perchè dopo essere tornata a casa dalla chiesina ancora dolorante, avere avuto uno strascico lunedì è incredibilmente passato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.