Browse By

Quando il cuore batte forte

Un paese per star bene invita tutti domenica 22 alle ore 16 presso l’oratorio per “Quando il cuore batte forte”, giornata organizzata dalla biblioteca comunale e da Les Cultures per vedere un documentario e ascoltare delle testimonianze di famiglie e bambini sull’Ucraina

2 pensieri su “Quando il cuore batte forte”

  1. Avatar
    Sergio dice:

    Sì Daniel, condivido pienamente. Anch’io sono rimasto toccato dalle esperienze raccontate ieri a questa iniziativa prmossa dall Biblioteca, da Les Cultures e dall’Oratorio che ci ha ospitato.
    Grande anche l’impegno delle famiglie di Monte Marenzo che hanno avuto negli anni scorsi l’esperienza di ospitare bambini provenienti dall’Ucraina, vittime del disastro nucleare di Chernobyl.
    Ti confermo che ho acquistato il video per conto della biblioteca e fra pochi giorni sarà disponibile per gli utenti che volessero vedere questa bellissima commovente storia d’amore e di accoglienza.
    Il video, realizzato da Giosuè Bolis, si intitola “E Ivan ci insegnò ad amare” e racconta la storia di Ivan Kisliak, bambino ucraino dell’orfanotrofio di Udaytzy e della sua “famiglia adottiva” (il termine non è esatto ma lo capirete guardando il video), gli straordinari Patrizia Consonni e Paolo Secomandi.
    Riporto, spero con l’autorizzazione degli Autori a cui credo farà piacere la citazione, quanto scritto sulla copertina del DVD:

    E IVAN CI INSEGNO’ AD AMARE
    “…quando l’incontro umano ha luogo nella profondità dei nostri occhi e dei nostri cuori, le anime si parlano, e può nascere un legame indissolubile.”

    Il Film racconta uno dei tanti profondi legami nati grazie al progetto di accoglienza terapeutica di bambini ucraini, che Les Cultures Onlus organizza con tanta passione dal 1994.
    E’ la toccante vicenda umana tra un ragazzo “orfano” ucraino, Ivan, e coloro che lui chiama i “miei genitori”.
    Un’ emozionante avventura, un viaggio tra i sentimenti, dove l’amore, quello con la A maiuscola ha il sopravvento.

    E vale la pena citare le parole di questa eccezionale coppia:
    “Ci siamo fermati a guardare indietro per ricostruire il percorso, in certi momenti a me ha scombussolato e fatto venire le vertigini.”…. e poi “perchè davvero ne vale la pena, con gioie e dolori, tutto compreso”.

    Grazie a Patrizia e Paolo che ci hanno fatto riflettere, e grazie anche a tutte le altre famiglie di Monte Marenzo che hanno fatto esperienze analoghe.

    Per informazioni su adozioni a distanza e soggiorni di ospitalità, invito a visitare il sito di Les Cultures di Lecco: http://www.lescultures.it

  2. Avatar
    Daniel dice:

    Faccio i complimenti agli organizzatori dell’iniziativa.

    Queste storie sono veramente emozionanti e dimostrano come possiamo essere un popolo accogliente e buono. Altro che White christmas.

    So che in biblioteca hanno acquistato una copia del video: invito chi non era presente oggi a vederselo perchè è veramente toccante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.