Li abbiamo seguiti sulla loro pagina FB. Abbiamo visto le loro foto e i loro video nelle piazze d’Italia e d’Europa. Sulle strade che hanno ribattezzato “Le strade della luna”, in un piccolo e semplice progetto, anche faticoso, immaginiamo, ma sicuramente stimolante.

Lele e Checo in tutta Europa, Massi e Daria nelle tappe italiane iniziali, hanno cercato di creare interesse e divulgare il nome dell’associazione “La Luna di Vasilika” che aiuta i rifugiati siriani e curdi dei campi profughi attorno a Salonicco.

Il progetto lo ha illustrato Lele in questo post sulla nostro sito.  

Abbiamo incontrato Lele Panzeri subito dopo il rientro a casa. Ci ha confermato che tante persone non si sono limitate ad ascoltare le loro canzoni suonate per strada, ma hanno condiviso con parole e gesti, con sorrisi e piccole donazioni il loro messaggio. Come dice Massi Deo “speriamo che la gente abbia ancora il cuore al posto giusto”.

750 euro non sono tantissimi ma nemmeno pochi. Ed è solo l’inizio, perché Lele, Massimo e Checo hanno già iniziato a registrare a Monte Marenzo i brani per un CD che vedrà presto la luce. I CD verranno venduti ed il ricavato destinato all’Associazione “La luna di Vasilika”. I nostri musici ci hanno già dato appuntamento a Lecco a settembre per la “data zero”.

Mettiamo qui alcune foto del tour (“rubandole” dalla loro pagina FB ma ringraziando Daria, l’autrice 😉 ).

Sono immagini particolari perché ogni dettaglio del corpo dei musicisti diventa mezzo per dare un messaggio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.