Lo spirito di servizio, l’amore che mi lega a questa comunità e la fiducia nella politica onesta e disinteressata accompagnata dalle competenze, dalla dinamicità, dalla creatività e dall’entusiasmo del mio gruppo ci permetteranno di affrontare con serenità e intraprendenza il compito che ci aspetta convinti di poter realizzare quanto proposto nel nostro programma ricambiando così la fiducia che i cittadini hanno riposto in noi.

Con queste parole, Paola Colombo, riconfermata Sindaco di Monte Marenzo dalle elezioni amministrative dello scorso 26 maggio, ha concluso il suo intervento ieri sera, presentando al primo Consiglio Comunale le linee programmatiche per il prossimo mandato 2019/2021 (che potete leggere integralmente dopo le foto a conclusione di questo articolo).

Poco prima, dopo la verifica di tutti gli eletti, il Sindaco ha indossato la fascia tricolore ed ha giurato di osservare lealmente la Costituzione italiana.

Il Sindaco ha anche comunicato la composizione della Giunta Comunale:

Spreafico Franco è stato nominato vicesindaco ed ha la delega per Istruzione, Sicurezza e Servizi alla persona;

Milani Saulo è assessore al Bilancio, Forme della democrazia e attività economiche;

Il Sindaco ha anche attribuito incarichi di collaborazione ad ogni singolo Consigliere eletto nel Gruppo “per una Comunità solidale”:

a Simone Gambirasio la salvaguardia dell’ambiente e la gestione dei rifiuti;

Andrea Mangione seguirà la cultura, la biblioteca ed il turismo;

Mattia Caroli curerà i rapporti con le Associazioni e le politiche giovanili;

Micaela Rosa seguirà la Comunicazione e i rapporti con la frazione Levata;

Paolo Piazzi lo sport e il tempo libero.

Sono stati indicati anche i capigruppo: 

Simone Gambirasio di “per una Comunità Solidale”;

Pieranselmo Previtali per “Cambia con noi Monte Marenzo ideale”.

 

Presentazione delle linee programmatiche 2019/2021

Cari cittadini,

vi ringrazio a nome mio e della lista “…per una comunità solidale” per la fiducia che ci avete rinnovato con il Vostro voto.

Il programma riprende le linee programmatiche del 2014 nelle parti ancora inattuate e presenta nuove proposte e progettualità in grado di garantire per il prossimo futuro uno sviluppo equilibrato e sostenibile per il bene della nostra comunità. Nel nostro gruppo i nuovi consiglieri sono giovani e daranno sicuramente nuova linfa e dinamicità all’attività del comune.

Ancora una volta come in tutti questi anni al centro della nostra azione politica e amministrativa permane la centralità della persona e della famiglia.

Nel nostro programma elettorale abbiamo indicato tutti quei progetti che riteniamo fondamentali e realizzabili nel prossimo quinquennio con l’obiettivo di fare del nostro piccolo Comune un luogo ancora più bello e accogliente dove vivere.

Ci dedicheremo al bene dei cittadini e del nostro territorio con passione, senso civico, rispetto delle istituzioni e competenza, con lo sguardo lungo di chi pensa al futuro di una Comunità.

Vogliamo mantenere il contatto diretto con tutti i cittadini, sia della frazione Levata che del capoluogo perché il cittadino che si rivolge al comune dovrà avere la certezza di confrontarsi con un ente attento e pronto a dare delle risposte.

  • riteniamo che il benessere, la sicurezza e la stabilità di un territorio siano fondate sulle relazioni, sul dialogo e sulla collaborazione tra cittadini, istituzioni, gruppi, associazioni e realtà sociali ed economiche;
  • crediamo nella responsabilità di ciascun cittadino di contribuire al bene comune, rispettando le regole della convivenza civile, portando critiche costruttive, idee, proposte e per quanto possibile anche partecipazione e impegno concreto;
  • crediamo nell’importanza della tutela dell’ambiente in cui viviamo, per dare ai nostri figli un futuro sano e per preservare la bellezza del nostro territorio;
  • crediamo nel valore della cultura e dell’educazione come fattore di sviluppo e di crescita della persona e della società;
  • riteniamo che sia ancora possibile una politica a servizio e per il bene della comunità;

Nei cinque anni di amministrazione passata abbiamo cercato con impegno di applicare il concetto di “sviluppo sostenibile” nella programmazione e nella realizzazione delle opere pubbliche e nella erogazione dei servizi, perseguendo l’efficienza della gestione amministrativa, l’efficacia degli interventi e l’economicità delle scelte. Criteri che tutt’ora riproponiamo ai nostri concittadini.

Continueremo ad operare affinché il nostro territorio conservi il giusto equilibrio tra il verde delle nostre colline e un’edilizia di qualità, rispettosa della storia e della bellezza dei nostri luoghi.

Alla base della nostra azione amministrativa c’è una visione chiara della Monte Marenzo del futuro, di come vorremmo che fosse: un paese aperto, solidale e una realtà dinamica. In questo contesto, è fondamentale la valorizzazione delle attività locali, del sistema di impresa che crea nuova e buona occupazione. 

L’ambiente la salvaguardia e la riqualificazione del territorio devono essere al centro dei progetti di sviluppo e volano per una migliore qualità della vita.

Alla luce di queste premesse, presento le linee programmatiche per il mandato 2019/2024 della nostra amministrazione.

LINEE PROGRAMMATICHE MANDATO AMMINISTRATIVO 2019-2021

VIVERE IL PRESENTE PENSANDO AL FUTURO

Le linee programmatiche per i prossimi 5 anni si basano sul programma presentato ai cittadini e che hanno avallato con il loro voto.

Le linee programmatiche consistono in un documento, previsto dall’art. 46 comma, 3 TUEL, che contiene gli indirizzi e gli obiettivi previsti dal programma amministrativo.

Il programma deve inoltre saper considerare anche l’evoluzione della società e l’emergere di nuovi bisogni o le aspettative dei cittadini.

Pertanto ci concentreremo su questi temi:

Proseguiremo nel sostegno del nido Liquirizia, divenuto in questi anni un punto di riferimento qualitativo per tutto il territorio circostante.

Garantiremo l’accesso alla formazione e al lavoro di giovani persone disabili, riorganizzando il servizio di trasporto attraverso l’acquisto di un nuovo mezzo attrezzato.

Creeremo sinergie con le realtà del territorio che si occupano dei giovani, per favorire il loro protagonismo e la loro dinamicità nelle politiche locali, nonché sui temi di grande respiro ideale. In questo quadro porremo attenzione verso la prevenzione delle dipendenze e delle devianze.

Offriremo supporto amministrativo alle famiglie in difficoltà che accedono alle provvidenze comunali, regionali e statali.

Manterremo i servizi offerti fino ad oggi di assistenza domiciliare agli anziani,

Svolgeremo un ruolo attivo nell’Impresa Sociale Consorzio Girasole, voluto da 26 comuni dell’Ambito Distrettuale di Lecco (compreso il nostro), affinché siano potenziati tutti i servizi erogati dai comuni nella gestione di servizi socio-assistenziali e socio-educativi.

Continueremo la promozione delle attività di Workstation in collaborazione con la Comunità Montana.

Organizzeremo corsi di aggiornamento per l’utilizzo del DAE in dotazione nei luoghi pubblici.

Riscriveremo le norme di accesso agli alloggi di Casa Corazza e favorire un rilancio della gestione del Centro sociale comunale.

Recupereremo ai fini sociali dell’immobile di via S. Alessandro.

Confermiamo il sostegno, economico, organizzativo e delle risorse umane, nell’ambito educativo e didattico per erogare un servizio di qualità.

Rinnoviamo l’impegno a mantenere e, se le risorse lo permetteranno, potenziare i servizi in atto: il trasporto gratuito per le scuole dell’Infanzia e della Primaria, la compartecipazione per il trasporto per la scuola dell’obbligo; la mensa, il finanziamento delle attività integrative e il sostegno scolastico per i bambini in difficoltà; il piedibus, l’educazione stradale e il premio allo studio per gli studenti meritevoli.

In collaborazione con gli insegnanti e i genitori, proseguiremo con l’inserimento in tutte le classi della Scuola Primaria del metodo “A scuola senza zaino” perché il plesso scolastico di Monte Marenzo diventi il centro di una didattica innovativa e comunitaria della VSM.

Un altro obiettivo è la riqualificazione energetica dell’edificio della scuola dell’Infanzia e la sistemazione del suo giardino.

Continuerà la collaborazione con la cooperativa sociale Specchio Magico, che nell’ambito della convenzione in atto, gestirà progetti con esperti qualificati.

La Biblioteca civica deve mantenere e rilanciare il suo ruolo nelle politiche culturali pubbliche prestando attenzione alle richieste degli utenti, promuovendo incontri con autori del territorio, la lettura in tutte le scuole e la frequentazione anche degli studenti universitari. Compatibilmente con le risorse comunali, valutaremo la possibilità di aderire al Sistema Bibliotecario Territoriale Lecchese.

In collaborazione con la Parrocchia incentiveremo la fruizione e valorizzazione del sito di Santa Margherita.

FRAZIONE  LEVATA

L’amministrazione comunale, terrà monitorato l’impegno preso da RFI per il periodo 2020/2022 nell’investire le risorse previste pari a 3,2 milioni di euro per la messa in sicurezza della rete ferroviaria e dell’abitato.

Daremo continuità̀ alle attività̀ educative rivolte alle diverse fasce d’età nella frazione, riorganizzeremo e rilanceremo il Centro di aggregazione comunale, anche in collaborazione con le frazioni dei comuni confinanti, al fine di attuare processi di integrazione per utilizzare pienamente le strutture sportive e prevedere la realizzazione di nuovi spogliatoi.

 

Il comune di Monte Marenzo ha sempre dedicato generose risorse alle attività sportive perché dobbiamo dare ai giovani gli spazi e le opportunità per una crescita individuale e sociale sana e responsabile.

Pubblicheremo un nuovo bando per l’assegnazione della gestione degli impianti sportivi del capoluogo affinché il Centro sportivo di Monte Marenzo sia pienamente fruito.

Continueremo la proficua collaborazione con la Polisportiva e con gli altri soggetti per organizzare eventi e campionati che riscuotono partecipazione a livello regionale.

AMBIENTE E TERRITORIO

Sino ad oggi Monte Marenzo è riuscito a mantenere un buon equilibrio tra ambiente naturale e aree edificate, tale da farne un patrimonio prezioso da trasmettere alle future generazioni. Questa ricchezza deve essere ulteriormente valorizzata.

Dobbiamo prestare particolare cura alla tutela del suolo per prevenire fenomeni di dissesto sempre più accentuati da violenti episodi atmosferici:

  • aggiorneremo e portare a conoscenza dei cittadini il Piano di Emergenza Comunale (PEC) e riorganizzare la squadra volontari di protezione civile;
  • monitoreremo e programmeremo interventi per il consolidamento della parete rocciosa della Levata e del fronte franoso in località Ravanaro;
  • sosterremo gli insediamenti di attività agricole, grazie anche al ritrovato interesse delle giovani generazioni verso il settore primario. In collaborazione con la Comunità Montana e con il GAL Gruppo di Azione Locale Quattro Parchi Brianza, favoriremo questo interesse, non solo come valore economico, ma anche come presidio nella salvaguardia del suolo (boschi, prati, corsi d’acqua, paesaggio);
  • manterremo la zona umida della Levata, inserita nella Rete Natura 2000 dell’Unione Europea, come biotipo di pregio ambientale e area di regolamentazione per il flusso del fiume Adda.

Faremo richiesta per l’erogazione dei fondi regionali per la riqualificazione delle strade agro silvo pastorali.

Confermeremo l’incentivazione degli orti comunali, valutando l’ampliamento delle superfici in altre aree di proprietà comunale considerando la possibilità di compensazione sotto forma di manutenzione del verde pubblico.

Installaremo una centralina per il monitoraggio della qualità dell’aria garantendo una puntuale e completa informazione alla cittadinanza.

Posizioneremo colonnine per la ricarica elettrica dei veicoli di nuova generazione.

Rivisiteremo il Piano di Governo del Territorio per:

  • promuovere gli interventi insediativi nelle aree edificabili;
  • stimolare la riqualificazione dell’area ex ovicoltura che prevede la possibilità di costruire alloggi di edilizia convenzionata anche in collaborazione con l’Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale ALER;
  • recuperare gli importanti volumi degli agglomerati urbani di antica fondazione parzialmente abitati;
  • interventi di riqualificazione (energetica e antisismica) degli immobili pubblici;
  • cablare l’intero territorio con la fibra ottica come da progetto Open Fiber in itinere;
  • favorire insediamenti di esercizi di servizio e accoglienza turistica; in particolare strutture B&B e un piano per promuovere la modalità dell’albergo diffuso in collaborazione con enti e agenzie territoriali.

Continuare il potenziamento delle opere e delle strutture pubbliche :

  • riqualificazione dei sistemi di illuminazione dei parchi e degli edifici pubblici;
  • riqualificazione e ampliamento del parcheggio del Centro sociale Casa Corazza, aumentando il numero dei posti auto a disposizione e riqualificazione dell’area camper.
  • valorizzare la proprietà comunale presso Casa Monti.
  • completare la messa in sicurezza delle infrastrutture stradali comunali;
  • ampliare il sistema dei loculi cimiteriali;
  • riqualificare il Centro per la raccolta differenziata.
  • realizzare un nuovo ingresso pedonale diretto alla sala civica e sala consiliare;
  • potenziare il servizio di videosorveglianza di contesto e attivazione delle modalità per il controllo di vicinato;
  • recuperare ai fini sociali la casa di Sant’Alessandro e nell’area esterna, creare uno spazio di incontro delle persone;
  • agevolare la possibilità di uso e riuso di tutti gli immobili presenti sul territorio e dare l’opportunità di ampliamento degli stessi. Consentire la riconversione delle aree industriali dando la possibilità, anche agevolata, di cambio di destinazione in commerciale e terziario;
  • programmare la riqualificazione dell’arredo urbano (piazze, parcheggi e aree pubbliche).

Rafforzare la collaborazione con le Associazioni al fine di favorire le sinergie tra Associazioni e l’Amministrazione Comunale per il raggiungimento di obiettivi comuni.

Proseguire con la consegna della Costituzione ai ragazzi che compiono 18 anni.

Promuovere la conoscenza e il confronto su tematiche culturali e civili, quali: educazione alla legalità, pari opportunità, volontà di fine vita, diritto di famiglia e delle nuove famiglie, dialogo interculturale.

Promuovere campagne di sensibilizzazione per una raccolta corretta dei rifiuti, ma soprattutto per una riduzione drastica di tutti gli imballaggi per avvicinarsi al traguardo della produzione di “zero rifiuti”. Incentivare l’uso di pannolini lavabili con un contributo alle famiglie che li acquistano e sperimentare la tariffazione puntuale.

 

Il Comune deve svolgere, pur non avendo competenze specifiche, un ruolo attivo a sostegno delle attività economiche e produttive del proprio territorio, promuovendo confronti tra le parti sociali per ricomporre eventuali situazioni di crisi che mettono a rischio posti di lavoro.

Proseguire per alcune necessità comunali alla attivazione di borse lavoro.

Favorire la presenza sul territorio comunale dei servizi erogati dai CAF e dai patronati in favore dei lavoratori.

Lo spirito di servizio, l’amore che mi lega a questa comunità e la fiducia nella politica onesta e disinteressata accompagnata dalle competenze, dalla dinamicità, dalla creatività e dall’entusiasmo del mio gruppo ci permetteranno di affrontare con serenità e intraprendenza il compito che ci aspetta convinti di poter realizzare quanto proposto nel nostro programma ricambiando così la fiducia che i cittadini hanno riposto in noi.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.