Molti si ricorderanno di Laye, il ragazzo senegalese che visse alla Levata e che, dopo un incidente, fu costretto a vivere su una carrozzina.

Il suo amico Alessandro Vimercati scrisse queste parole quando si spense. Ci sembrano parole bellissime:

Quella volta al Decathlon a comprare palloni di cuoio per i ragazzi del tuo villaggio, a fare impazzire i commessi per sgonfiarli tutti, così da farcene stare il più possibile nella tua valigia, ma poi ci stavamo dimenticando le siringhe per gonfiarli una volta che sarebbero arrivati in Senegal.
Quella volta a sentire quei musicisti africani, che per farti scendere la lunga scalinata che portava giù all’Anfiteatro mica hanno aspettato l’ascensore per disabili, ma in tre ti hanno sollevato in cielo con la tua carrozzina e ti hanno portato fino in prima fila e tu ridevi con il tuo sorriso aperto e felice, lo stesso sorriso che hai avuto fino all’ultimo minuto di una vita dura che hai affrontato con pazienza e dignità infinite. 

Ciao Laye, ci hai insegnato molto di come stare al mondo. Per me è stato un grande onore averti conosciuto. Buon Viaggio !

Sabato 18 maggio  i suoi amici hanno organizzato uno spettacolo teatrale per ricordarlo.

Lo spettacolo è confermato alle 18.30 c/o la SALA CIVICA del COMUNE di MONTE MARENZO (LC), 
Piazza Municipale,5 
Grazie a tutti

 

Categorie: Cultura & Scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.