Sala civica molto affollata ieri sera alla presentazione della formazione “Per una Comunità solidale”, che ha visto Paola Colombo candidata sindaco di Monte Marenzo introdurre  la serata, puntando sui valori e come ha preso forma il progetto in favore della comunità.

Per tutti è stata la prima uscita pubblica davanti ad un pubblico così numeroso e curioso di sentire direttamente dai protagonisti l’esposizione dei vari punti del programma. Bisogna ammettere che se la sono cavata egregiamente, considerato che solo da poche settimane hanno cominciato questa avventura e la giovane età di molti di loro.

La riflessione che più mi ha colpito, comune a tutte le loro esposizioni seppure in forme diverse, è stata la motivazione di questa loro scelta, che più o meno è suonata così. Abbiamo ritenuto giusto dare il nostro contributo, il nostro impegno, alla gestione della nostra comunità. Non pretendiamo di sapere tutto subito, ma ci metteremo tutto il nostro impegno e le nostre capacità per concretizzare i punti del progetto, consapevoli dell’importanza della partecipazione e sostegno dei cittadini.

Saulo Milani ha indicato alcune soluzioni per rendere più efficace il funzionamento della macchina comunale, pur contenendo le spese. Paolo Milani punta sulla piena valorizzazione e uso degli impianti sportivi del Centro e della Levata. Paolo Piazzi ha richiamato la necessità che anche un comune piccolo si sforzi di programmare interventi in favore del lavoro e delle attività economiche.

Nell’intervento di Simone Gambirasio è emersa con forza la l’esigenza di dare fiducia e opportunità per un impegno pubblico dei giovani. Andrea Mangione, molto simpaticamente, si è scusato per l’emozione che lo ha colto nell’esporre alcuni punti relativi alla cultura e all’istruzione. Con la stessa freschezza Elisa Liberti si è impegnata a seguire le questioni della Levata, soprattutto la messa in sicurezza della parete rocciosa instabile.

Franco Spreafico ha inquadrato il futuro di Monte Marenzo rispetto al Piano del Governo del territorio vigente. Sull’ambiente e sulle azioni di cittadinanza attiva è intervenuto puntualmente Roberto Milani. Arrivata trafelata da un tirocinio Luana Greppi ha esposto le idee relative ai servizi sociali. Mentre il punto relativo all’abitare, assente Licia Mangili per motivi di lavoro, l’ha illustrato Paola Colombo.

Particolarmente vivace tra il pubblico Fabrizio Malighetti – ha chiesto chiarimenti e propositi su alcuni passaggi chiave del progetto – che assieme ad altri interventi dei presenti ha consentito di inquadrare la proposta amministrativa della lista.

Una bella squadra, pronta ad assumersi le responsabilità del governo locale.

Il Gruppo di "Monte Marenzo ... per una Comunità solidale"

 

One comment

Pienone all’incontro con “Per una Comunità solidale”

  1. è stata una piacevolissima serata: i volti puliti e pieni di fiducia dei giovani candidati (oltretutto competenti e consapevoli del loro possibile nuovo ruolo per la comunità) hanno creato una bella atmosfera. Sopratutto hanno dimostrato di voler unire e non dividere, lontani da atteggiamenti di fazioni e appartenenze. Quel che conta è il bene del loro paese: infatti tutti hanno tenuto a sottolineare la loro appartenenza a Monte Marenzo, sia per diritto di nascita sia per lunga residenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.