Nell’ambito di “Foppenico è Festa”, in corso all’oratorio San Michele della parrocchia Corpus Domini di Foppenico, ieri sera è stato presentato il video “Soggettiva h”, un lavoro realizzato alcuni anni fa dall’Associazione “Lo Specchio” (da oltre 25 anni impegnata nel volontariato con il mondo della disabilità) insieme all’associazione “UPper – un paese per star bene” di Monte Marenzo, all’Associazione Dinamo Culturale, con la regia di Ilaria Pezone.

Video realizzato insieme a 2 classi quarte dell’Ist.G.Bertacchi di Lecco nel 2013 che gli amici di UPper dovrebbero ricordare perché proprio a Monte Marenzo era stato proiettato in prima assoluta.

http://www.unpaeseperstarbene.it/2014/successo-per-soggettiva-h-alla-prima-visione-pubblica/

Serata “culturale”, che pur non avendo avuto una buona partecipazione, è stata comunque apprezzata da chi vedeva per la prima volta questo lavoro. Un video di circa 25’, studiato per essere presentato a studenti delle scuole medie, che si contraddistingue, oltre che per la buona qualità, soprattutto per l’originalità. Originalità che gli adulti presenti alla serata hanno evidenziato al termine della proiezione.

In primis la scelta degli studenti di cancellare (dopo aver conosciuto e intervistato Fabrizio Fontana) la proposta di sceneggiatura che veniva da “Lo Specchio” e “UPper” per imporre la loro: “Vogliamo metterci noi al 100% nei panni di un disabile, sederci noi in carrozzina e provare sulla nostra pelle cosa significa trovare un gradino di pochi centimetri come ostacolo insormontabile; cosa significa non poter usare i mezzi pubblici se non attrezzati e così perdere l’appuntamento con un’amica; oppure non poter giocare in palestra solo per un pregiudizio”.

Molto è piaciuta agli spettatori anche la scelta, dall’idea di uno studente, di dividere in due l’immagine proiettata. Da un lato la vita quotidiana del disabile in difficoltà (per le barriere architettoniche e culturali) e dall’altro lato contemporaneamente la stessa situazione ma con una grande differenza: l’aiuto di una società attenta a chi è più debole e in difficoltà (ma con tante risorse da mettere un gioco). Un’idea che ha messo in evidenza quanto la vita di una persona può cambiare se le vengono messi a disposizione i mezzi per superare le difficoltà e se chi le sta vicino è attento e accogliente.

“Bravi sono stati gli studenti!” – è intervenuta una mamma, – con l’affermazione «ora tocca a noi scegliere che film vogliamo far loro vivere…». Così hanno soprattutto provocato noi adulti, nelle scelte di vita quotidiane personali ma soprattutto educative dei nostri figli; ci hanno detto di non sfuggire alle nostre responsabilità politiche-amministrative, dove spesso la scusa «non ci sono più soldi», nasconde invece una mancanza di sensibilità sul tema della disabilità e le risorse economiche vengono indirizzate ad altro. Invece con questo video i giovani ci han detto che costruire una città a misura di disabile significa costruire una «Città per tutti!»

La formula di mettersi in prima persona in questo video-stage degli studenti delle medie superiori si è dimostrata vincente, perché ha entusiasmato le 2 classi a tal punto che al termine dell’anno scolastico insieme hanno organizzato la gita scolastica di fine anno, stupendo i loro stessi professori.

La serata è stata anche occasione per esporre i disegni dei ragazzi della scuola elementare “E. De Amicis” del Pascolo che ogni anno promuove incontri e attività con “i nostri amici del Centro Diurno Disabili – C.D.D. Rugiada”. Lavoretti che quest’anno sono stati preparati appositamente (ed esposti nella Sala Espositiva del Comune di Calolziocorte) per un’altra iniziativa de “Lo Specchio” su idea dell’arch. Pamela Maggi: “A Ruota Libera”. Anche in questo caso ragazzi, studenti e adulti in p.zza Vittorio veneto hanno provato in prima persone seduti in carrozzina a muoversi tra ostacoli simulati e veri.

http://www.unpaeseperstarbene.it/2017/i-ragazzi-delle-medie-a-manzoni-provano-a-ruota-libera-il-percorso-di-accessibilita-urbana-e-disabilita/

In conclusione l’Ass. “Lo Specchio” ha presentato le prossime 2 date da ricordare a cui tutti sono invitati:

DOMENICA 25 GIUGNO: Camminata “Toccare il cielo… con un dito” – 2017 – Carenno – 13.a edizione

DOMENICA 16 LUGLIO: in occasione del transito in località Pertus di Carenno, della Carovana “In viaggio sulle Orobie” (trekking che ha come obiettivo la scoperta, la promozione e la valorizzazione del territorio in cui si svolge), accoglieremo i “viaggiatori” (alpinisti, giornalisti, fotografi, artisti, esperti di cibo e vino, ecc.) lungo il sentiero “ad utenza ampliata” attrezzato per disabili, che proprio in questi giorni è stato interessato da una importante manutenzione per migliorarne la fruibilità.

Alberto Nava – Associazione Lo Specchio

 

Le immagini della serata sono di Giorgio Toneatto.

dsc_0796_00001 dsc_0797_00002 dsc_0806_00005 dsc_0809_00007 dsc_0813_00008 dsc_0815_00009

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.